Lazio Torino tavolino
Claudio Lotito, presidente della Lazio (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

La Lazio si sta preparando per il ritorno alle partite con la speranza di potersi giocare lo Scudetto sul campo. Inzaghi è al lavoro con i suoi per il rush finale, in attesa che venga dato il via libera definitivo per la ripresa del campionato.

Tuttavia, ieri a Formello i protagonisti non sono stati il pallone e gli allenamenti. L’attenzione infatti si è spostata sull’arrivo al centro sportivo del presidente Claudio Lotito, per discutere del delicato tema del taglio degli stipendi dei calciatori. Doveva essere un semplice confronto, ma – scrive La Gazzetta dello Sport – si è trasformato in un acceso dibattito.

Il presidente ha ribadito di voler applicare le linee guida votate in Lega con il taglio delle mensilità di marzo e aprile. A queste potrebbero aggiungersi quelle di maggio e giugno in caso di mancata ripartenza del campionato.

I giocatori sono rimasti molto perplessi da questa proposta, dopo aver sempre appoggiato il presidente sul tema del ritorno in campo e sulla conclusione della stagione. Non si è così giunti ad un accordo sulla riduzione e la questione è stata rinviata a un prossimo incontro.