Milan Inter Juve fondi
(foto Insidefoto.com)

Prosegue lo scontro tra la Serie A e i broadcaster sui diritti tv, dopo l’assemblea di oggi dei club.

“L’Assemblea della Lega Serie A si è riunita oggi con tutte le Società presenti e collegate in video conferenza. La Lega Serie A ribadisce, nel rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi 2018-2021, la necessità del rispetto delle scadenze di pagamento previste dai contratti per mantenere con gli stessi un rapporto costruttivo”, si legge nella nota della Lega Serie A.

Una conferma, quindi, che la Lega attende i pagamenti da Sky, Dazn e Img per quanto riguarda l’ultima rata dei diritti tv per la stagione 2019/20, pari a circa 230 milioni di euro.

Una posizione ribadita anche dall’ad De Siervo. «La porta del dialogo con Sky è sempre rimasta aperta in tutte queste settimane, nel rispetto dovuto al partner storico della Serie A. Nei contatti avuti con Sky, però, abbiamo sempre ribadito come fosse necessario che, prioritariamente, Sky rispettasse le scadenze di pagamento previste dai contratti», ha detto all’Ansa.

«Fin da subito abbiamo chiarito che la richiesta, formulata da Sky, di uno sconto compreso tra il 15% e il 18%, in caso di prosecuzione del campionato, evidentemente non poteva essere accettata, tanto più in un momento finanziariamente così complicato per le nostre squadre», ha aggiunto De Siervo.