Cagliari test medici
Robin Olsen, portiere del Cagliari (Foto Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

Cagliari test medici. In attesa di capire se il campionato di Serie A potrà effettivamente arrivare a conclusione, anche il Cagliari segue l’esempio degli altri club del massimo campionato e si avvicina al momento in cui i giocatori guidati da Walter Zenga potranno tornare sul campo, sebbene, almeno per la prima fase, in modo diverso rispetto a come erano abituati. Il club sardo ha infatti annunciato che nella giornata di lunedì prossimo, 11 maggio, presso il Centro sportivo di Assemini i calciatori della prima squadra, lo staff tecnico e alcuni giocatori della Primavera verranno sottoposti al tampone molecolare e test sierologici: gli esami verranno effettuati dal personale sanitario dell’Ats Sardegna, alla presenza dello staff medico del Club.

Nei giorni a seguire, inoltre, i calciatori effettueranno le visite cardiologiche presso il centro medico Korian di Quartu Sant’Elena.

Se tutto dovesse procedere regolarmente, si potrà poi pensare alle sedute di allenamento, che dovranno comunque avvenire, almeno fino al 17 maggio in forma individuale e senza la possibilità di accedere agli spazi comuni della struttura.

Già nei giorni scorsi, come aveva fatto sapere l’ANSA, la società rossoblù era al lavoro per sistemare il centro sportivo e adeguarlo all’arrivo dei vari componenti della rosa in attesa di conoscere le comunicazioni da parte della Lega Calcio su come poter agire nel rispetto delle normative di sicurezza attualmente in vigore.