Anderson Talisca del Guangzhou Evergrande (Photo by STR/AFP via Getty Images)

Le squadra di calcio cinese del Guangzhou Evergrande e Taobao ha registrato una perdita di 1,9 miliardi di yuan (274 milioni di dollari) nel 2019. Lo comunica la National Equities Exchange and Quotations (NEEQ), nella relazione annuale sulle società quotata in borsa pubblicata oggi, come riporta Ansa-Xinhua

Il club ha contabilizzato un costo operativo di 2,41 miliardi di yuan (341 milioni di dollari) e un ricavo operativo di 783 milioni di yuan (111 milioni di dollari) nel 2019. Il regolamento finanziario emanato dalla Chinese Football Association (CFA), stabilisce che la spesa totale consentita per un club di alto livello può ammontare fino a 174 milioni di dollari nel 2019, anno in cui L’Evergrande ha vinto l’ottavo titolo della Chinese Super league (CSL). La stagione CSL 2020 è stata sospesa a causa dell’epidemia di coronavirus.

Da quando la società di sviluppo immobiliare Evergrande Group ha rilevato il club nel 2010, il Guangzhou ha collezionato otto titoli CSL e due coppe della Champions League asiatica, sostenuti da una serie di investimenti per l’ingaggio di giocatori di alto livello e allenatori di fama mondiale. Valutato in 19 miliardi di yuan (2,68 miliardi di dollari), è diventato uno dei club di calcio di maggior valore al mondo dopo aver concluso la prima transazione nel 2015 all’interno del listino della National Equities Exchange and Quotations (NEEQ) cinese.

Evergrande Group detiene una partecipazione del 57% nel club e il gigante dell’e-commerce Alibaba ne possiede il 38%, mentre il resto è nelle mani di altri investitori a seguito di una vendita di azioni attraverso il mercato cinese non regolamentato (over-the-counter market) nel 2016.

PrecedenteFrancia, ipotesi riacquisto crediti da calciomercato per salvare i bilanci
Successivo«Giocatori disponibili a giocare prima che il virus sparisca»