Le leghe calcistiche europee avranno tempo fino al 25 maggio per informare la UEFA dei loro piani per un’eventuale ripresa delle competizioni nazionali. Il calcio si è fermato in tutti i principali campionati d’Europa, mentre in Francia la stagione è stata definitivamente sospesa.

L’organo di governo del calcio europeo vuole iniziare a pianificare le proprie competizioni per club della prossima stagione. In una lettera alle 55 Federazioni, il presidente Aleksander Ceferin ha scritto che qualsiasi annullamento di un campionato avrebbe dovuto comunque produrre un elenco delle squadre qualificate alle competizioni europee entro il 25 maggio.

«Le associazioni nazionali e/o le leghe dovranno essere in grado di comunicare alla UEFA entro il 25 maggio 2020 il previsto riavvio delle competizioni nazionali, compresa la data della ripresa e il relativo formato della competizione», ha scritto Ceferin, secondo quanto riportato da Reuters.

«Nel caso in cui una competizione nazionale debba essere anticipatamente conclusa per legittimi motivi […], la UEFA richiederà all’Associazione Nazionale di spiegare entro il 25 maggio 2020 le circostanze speciali che giustificano tale chiusura anticipata e di selezionare i club per le competizioni UEFA per club 2020/21 sulla base del merito sportivo nelle competizioni nazionali 2019/20», ha aggiunto.

La UEFA ha chiarito a più riprese la volontà che le sue Federazioni affiliate completino le loro competizioni nazionali anziché abbandonarle. La UEFA spera inoltre di portare a termine Champions League ed Europa League, tendenzialmente nel mese di agosto.