Champions pallone 2021 2022
Champions League logo (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP via Getty Images)

Dopo la riunione in videoconferenza di ieri con le 55 Federazioni affiliate e in vista del Comitato Esecutivo di domani, proseguono le riunioni della UEFA per cercare di capire in che modo far ripartire il calcio nella stagione 2019/20.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, oggi si è tenuto un altro incontro a distanza con i rappresentanti delle Leghe europee e quelli dell’ECA, l’associazione dei club europei il cui presidente è Andrea Agnelli.

Il vertice si sarebbe concluso con l’impegno preso dalle Leghe di chiudere i vari campionati nazionali entro il 31 luglio, in modo da lasciare poi spazio alle competizioni UEFA con Champions League ed Europa League che dovrebbero concludersi a fine agosto, magari con i quarti (e gli ottavi per l’Europa League?) in gara unica.

Appuntamento importante per domani, quando potrebbero essere fissati i criteri per determinare le squadre qualificate per le competizioni UEFA, nel caso in cui alcuni campionati non dovessero riprendere in questa stagione.

PrecedenteLa Liga rinforza gli altri sport con altri 200 milioni di euro
SuccessivoLa Serie B chiede alla A il rispetto degli accordi sui contributi di solidarietà