Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo coronavirus Covid-19

Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo – Intesa Sanpaolo ha pubblicato sul proprio sito vetrina tutte le informazioni utili in merito alle caratteristiche e alla documentazione necessaria per richiedere i finanziamenti garantiti dallo Stato previsti dal cosiddetto Decreto Liquidità.

Il Decreto Legge n. 23 dell’8 aprile 2020 ha infatti introdotto misure urgenti per favorire l’accesso al credito di imprese, lavoratori autonomi, professionisti, colpiti dall’emergenza Coronavirus, e per sostenere la continuità aziendale. E ha anche ampliato le possibilità di utilizzo delle garanzie concesse dallo Stato.

Le garanzie sono erogate attraverso due diversi canali:

  • il Fondo di Garanzia
  • la Garanzia SACE SpA

Le garanzie dello Stato sostituiscono le tradizionali garanzie associate ai finanziamenti e si configurano come aiuti di Stato che, nel caso del Fondo di Garanzia, deve rispettare anche la congruità rispetto al calcolo del de minimis [1].

Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo – Quali sono i finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia

Le misure di garanzia messe a disposizione dal Decreto Liquidità variano in funzione della dimensione aziendale e sono limitate a un orizzonte temporale massimo di 72 mesi.

Sono previste tre opzioni di finanziamento a cui associare la garanzia del Fondo di Garanzia, che puoi scegliere in base alle tue caratteristiche ed esigenze finanziarie, sia di liquidità a breve termine sia per finanziare investimenti:

  • finanziamento fino a 25.000 euro per PMI e persone fisiche che esercitano attività d’impresa, arti o professioni, che se sei già nostro cliente a breve potrai richiedere online, senza andare in filiale
  • finanziamento fino a 800.000 euro per PMI con fatturato fino a 3,2 milioni di euro
  • finanziamento fino a 5 milioni di euro per PMI e MID Cap fino a 499 dipendenti

Per accedere ai finanziamenti devi essere iscritto al Registro delle Imprese oppure, se sei un professionista, devi essere iscritto agli ordini professionali o essere aderente ad associazioni professionali iscritte all’apposito elenco del Ministero dello Sviluppo Economico.

Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo – I costi

La garanzia è a titolo gratuito come previsto dal decreto liquidità per le garanzie concesse entro il 31.12.2020. Non è prevista quindi nessuna commissione per il rilascio della garanzia.

Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo – Come richiedere i finanziamenti fino a 25mila euro

La garanzia del Fondo di Garanzia per finanziamenti fino a 25.000 euro copre il 100% del finanziamento ed è concessa automaticamente attraverso modalità semplificate.

Per poterla richiedere, il finanziamento deve essere nuovo e avere:

  • una durata massima di 72 mesi
  • un preammortamento non inferiore a 24 mesi, alle condizioni di tasso di favore previste dal Decreto Liquidità n. 23
  • un importo non superiore al 25% del fatturato o del volume di affari (da bilancio o modello unico certificato ultimo disponibile e da autocertificazione per le imprese nate dopo il 1.1.2019)

Può essere richiesta una sola garanzia per azienda.

Per richiedere il finanziamento, dovrai fornire alcuni documenti tra cui in particolare:

  • un’autocertificazione che attesti di aver subito dei danni dall’epidemia COVID
  • i documenti di bilancio o un documento fiscale, necessari per definire la congruità del finanziamento rispetto ai ricavi prodotti dalla tua azienda
  • il modulo per la richiesta di garanzia al Fondo di Garanzia

Lunedì 20 aprile sul sito vetrina di Intesa Sanpaolo sono state pubblicate tutte le istruzioni e i moduli necessari per presentare la richiesta di finanziamento, compreso il modulo per la domanda di accesso al Fondo di Garanzia.

Chi è già cliente Intesa Sanpaolo potrà richiedere il finanziamento, senza recarsi in filiale e inviare tutta la documentazione tramite email o PEC a una casella di posta dedicata che sarà indicata sul sito vetrina della banca.

Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo – Le istruzioni operative per i prestiti fino a 25 mila euro

Se sei cliente Intesa Sanpaolo, titolare di Partita IVA, puoi richiedere il finanziamento, senza andare in filiale, inviando tutti i documenti qui sotto alla casella di posta certificata (PEC) dedicata  creditoventicinque@pec.intesasanpaolo.com:

  • Copia del documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente del finanziamento
  • Ultimo bilancio depositato oppure ultimo modello unico certificato disponibile oppure autocertificazione per le imprese nate dopo l’1 gennaio 2019
  • Iscrizione all’Albo o all’Ordine Professionale riconosciuto se sei un libero professionista
  • Allegato 4 bis Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale, contenente tutte le autocertificazioni necessarie, da scaricare e salvare sul tuo pc senza cambiare il nome del file prima di procedere alla compilazione
    Scarica, salva sul tuo pc e compila l’Allegato 4bis
  • Proposta contrattuale da scaricare e salvare sul tuo pc senza cambiare il nome del file prima di procedere alla compilazione. Tutte le istruzioni per la compilazione sono all’interno di questo file
    Scarica, salva e compila e la Proposta ContrattualeIl Modulo di richiesta e la Proposta contrattuale una volta compilati devono essere stampati e firmati ove indicato.

    Scansiona questi documenti e inviali, insieme a tutto il resto alla seguente casella PEC
    creditoventicinque@pec.intesasanpaolo.com indicando nell’oggetto della mail la Partita IVA e la denominazione del richiedente.

    Una volta inviata la documentazione riceverai una conferma di presa in carico della tua richiesta.

Prestiti garantiti dallo Stato Intesa Sanpaolo – Come rifinanziare i vecchi prestiti

Chi ha già un finanziamento in essere con Intesa Sanpaolo può accedere alla garanzia dello Stato?

In questo caso si può chiedere un rifinanziamento, cioè un nuovo finanziamento con un importo superiore al precedente almeno del 10%. Il finanziamento in essere andrà estinto.

In questo caso la garanzia dello Stato coprirà l’80% del finanziamento.

SCARICA IL MODULO PER RICHIEDERE LA GARANZIA PUBBLICA

 

2 COMMENTI

  1. Buongiorno,
    ho letto tante belle parole in questo articolo; avendo una piccola attività di ristorazione che ha subito il blocco totale causa COVID il primo giorno utile ho inviato tutta la documentazione per richiedere il finanziamento di 25000€ con garanzia statale al 100%; dopo 1 mese nessuna novità…come ci si deve comportare in questi casi? La domanda è stata inviata alla banca intesa san paolo seguendo tutte le procedure indicate…credo che le 72 ore siano passate abbondantemente. Grazie

  2. Buon Pomeriggio,
    in relazione al Prestito di € 25.000,00 garantiti al 100% dalla Stato, con Banca Intesa sta diventando una Telenovela . Le pratiche, con tutta la documentazione allegata vengono inviate dalla Pec del Cliente alla mail creditoventicinque@pec.intesasanpaolo.com , mi rispondono da altre Pec chiedendo integrazioni di documenti, peraltro già inviati; se rispondi integrando i documenti, ti arriva una ulteriore richiesta documentale da altra pec. In realtà non esiste un numero telefonico a cui chiedere lo stato della pratica. Gliele invierò al Ministro Gualtieri affinchè verifichi dov’è andata a finire “la poderosità della manovra” in cui le imprese aspettano soltanto…