saras trimestrale 2016
Massimo Moratti (Insidefoto)

La Saras dell’ex patron dell’Inter Massimo Moratti ha deciso di sospendere la distribuzione dei dividendi e rinviare l’assemblea per l’approvazione del bilancio 2019, a causa dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus.

L’ex presidente nerazzurro, che lo scorso anno aveva incassato dividendi da Saras per circa 19 milioni di euro, il prossimo 20 maggio (lo stacco della cedola era previsto per il 18 maggio 2020) avrebbe dovuto percepire un dividendo di 7,61 milioni di euro. Tuttavia, la distribuzione è stata sospesa.

“Il Consiglio d’Amministrazione di Saras S.p.A. si è riunito in data odierna, sotto la presidenza del Dott. Massimo Moratti, per discutere degli impatti della pandemia da covid-19 sullo scenario macroeconomico e di mercato nel quale la Società opera”, si legge in una nota della Saras.

“Il Consiglio ha preso atto del significativo impatto dell’emergenza sanitaria che si è progressivamente allargato arrivando ad assumere una portata globale e, conseguentemente, ad interessare lo scenario economico mondiale”.

“In questo contesto, il mercato petrolifero ha visto una contrazione della domanda senza precedenti a causa delle misure di lockdown adottate a livello internazionale, cui si è sommata la disputa tra paesi produttori il cui recente accordo di riduzione della produzione, pur di grande rilievo, ha avuto un impatto non sufficiente a mitigare la contrazione dei consumi. Saras sta seguendo con la massima attenzione l’evolversi della situazione”.

“Pur nel difficile contesto della pandemia, Saras, in quanto industria essenziale per la vita del Paese che, tra l’altro, fornisce una parte rilevante dell’energia elettrica necessaria alla Sardegna, ha mantenuto la conduzione degli impianti della raffineria di Sarroch in marcia regolare al contempo portando avanti le importanti attività pianificate di manutenzione del topping V1 e del maggiore impianto di produzione di benzine FCC. L’attività della raffineria così come quella delle numerose imprese coinvolte nelle manutenzioni è stata possibile grazie alle misure di prevenzione e contenimento del rischio di contagio da covid-19 fin da subito adottate e questo ha permesso, pur in un momento così delicato, di garantire la piena occupazione ai nostri dipendenti e ai moltissimi addetti delle ditte impegnate nelle attività manutentive, dando un contributo tangibile alla tenuta economica del territorio nel quale operiamo.

In questo contesto di volatilità dei prezzi Saras, grazie alla flessibilità operativa e commerciale, ha saputo adeguarsi al mutato scenario cogliendo le opportunità che la volatilità e la maggiore disponibilità di grezzi hanno offerto. La posizione strategica nel centro del Mediterraneo che offre uno sbocco su molteplici mercati, unita al portafoglio di clienti che le assicura la propria società di Trading, la rendono piu resiliente alle difficili condizioni di mercato riuscendo a collocare l’output della raffineria. Le manutenzioni in corso ne riducono peraltro l’esposizione alla benzina, uno dei prodotti più colpiti dalla crisi”.

“Tuttavia, alla luce della notevole incertezza dei mercati, il Consiglio ritiene opportuno, in ottica prudenziale, di sospendere le proposte di distribuzione del dividendo sugli utili 2019 e di autorizzazione del piano di acquisto di azioni proprie approvate il 2 marzo, al fine di meglio salvaguardare la solidità patrimoniale e il sano equilibrio economico finanziario della Società”.

“La distribuzione del dividendo così come il piano di acquisto di azioni proprie saranno valutate nella seconda parte dell’anno quando, presumibilmente, ci sarà maggiore chiarezza con un probabile allentamento delle tensioni e una ricomposizione degli squilibri di mercato in linea con un progressivo alleggerimento delle restrizioni e con la ripresa dell’attività economica”, conclude la Saras nella nota.