Napoli riapertura store ufficiale
Esultanza dei giocatori del Napoli (Photo Cesare Purini / Insidefoto)

È un periodo estremamente difficile un po’ per tutti, non solo per l’emergenza sanitaria che dura ormai da qualche settimana, ma anche per la crisi economica che questa ha provocato un po’ in tutti i settori. L’incertezza in merito a quello che ci attende nel prossimo futuro regna sovrana, soprattutto per chi non ha la possibilità di lavorare e ha dovuto far fronte a una riduzione del proprio guadagno mensile. Il problema coinvolge anche il mondo del calcio: il Napoli, infatti, pochi giorni fa ha deciso di mettere in cassa integrazione alcuni suoi dipendenti.

I calciatori azzurri, in attesa di capire quando potranno riprendere gli allenamenti, non hanno voluto stare a guardare di fronte a questa situazione. Come riporta Sky Sport, Insigne e compagni hanno voluto dare un contributo personale a chi in questi mesi ha avuto la possibilità di lavorare fianco a fianco con loro, seppure in un ruolo non conosciuto al pubblico.

Il capitano del club partenopeo è stato uno dei primi a impegnarsi in prima persona in questo gesto davvero significativo chiedendo informazioni sugli indirizzi dei dipendenti. Altrettanto avevano già voluto fare il tecnico Rino Gattuso, non nuovo a un modo di agire di questo tipo, e Cristiano Giuntoli, che hanno voluto destinare una mensilità del loro stipendio per fronteggiare la fase di emergenza.