(Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

I club di Premier League si preparano a un nuovo incontro che andrà in scena nella giornata di venerdì. Un numero sempre crescente di società è intenzionato a far sì che la stagione si concluda entro il 30 giugno, per evitare che un prolungamento incida sui contratti contratti dei giocatori.

Come riporta Sky Sports, trovare un modo di porre fine alla stagione 2019/20 – sospesa a partire dalla metà di marzo a causa della pandemia Coronavirus – entro la fine del mese di giugno, sarà uno dei punti fondamentali dell’agenda.

I club sono ancora favorevoli a cercare di fare tutto il possibile per terminare la stagione, piuttosto che dichiararla nulla, ma la possibilità che dozzine di contratti arrivino a scadenza prima che il campionato finisca vede più club interessati.

La preoccupazione è che se la stagione non dovesse terminare entro il 30 giugno, i giocatori senza contratto e in prestito saranno liberi di lasciare le società, anche se la FIFA ha raccomandato che gli accordi in scadenza possano essere prorogati fino alla data di fine della stagione.

Il proprietario di un club che milita in Premier League ha dichiarato: «Alcuna società vogliono che la stagione finisca entro la fine di giugno. Come può essere giusto che le qualificazioni alle coppe e le retrocessioni siano decisi da squadre impoverite».

Nessuna decisione dovrebbe essere comunque ratificata nella riunione di venerdì e, come sempre, la stagione ricomincerà solo quando il Governo comunicherà che sia sicuro farlo, anche dovendo giocare in estate.