Maldini direttore tecnico Milan
(Photo credit should read FAYEZ NURELDINE/AFP/Getty Images)

Mentre si cerca di capire se e quando l’attività sportiva potrà riprendere, in casa Milan tiene banco il futuro di Paolo Maldini. Il dirigente rossonero ha intenzione di rimanere, ma solamente a certe condizioni, con la garanzia di partecipare alle decisioni cruciali in tema di mercato e di allenatore.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, la proprietà non ha mai messo in discussione il suo ruolo – nonostante l’addio di Boban – e sarebbe dell’idea che Paolo continuasse a rappresentare il club in Italia e all’estero.

Maldini è una prima scelta, Gazidis ha sempre caldeggiato il suo impiego in società e continua a credere in lui. La scelta però spetta al dirigente, che dovrà decidere se vuole proseguire nonostante gli addii di chi lo ha affiancato. Perciò ora detta le sue condizioni per restare e incidere.

Superato il virus, Maldini sta cercando ora di collaborare come tutti alla ripresa. Quello che è accaduto prima con Boban, con l’intervista alla Gazzetta e il conseguente licenziamento, non è il primo argomento di discussione adesso, ma bisognerà parlarne quando la situazione migliorerà.

Adesso Paolo pensa agli allenamenti da riprendere, alla fine del campionato, se sarà possibile ultimarlo alle questioni urgenti. Ma il suo futuro non è questione meno urgente delle altre. Quello che è successo prima che tutto si fermasse non passerà inosservato.