(Photo by Stuart Franklin/Bongarts/Getty Images)

ARTICOLO DI CALCIO E FINANZA PUBBLICATO SU IL FOGLIO SPORTIVO

Guadagni sempre maggiori per i procuratori grazie ai club di Serie A. La Figc ha infatti reso noti i dati relativi ai compensi agli agenti da parte delle società della massima serie durante il 2019: incassi in crescita, con una percentuale rilevante dei ricavi delle squadre che finiscono nelle tasche dei procuratori.

Secondo i dati della Figc, nel 2019 le 20 società di Serie A hanno versato ai procuratori 187,8 milioni di euro complessivi, in crescita del 9,5% rispetto ai 171,5 milioni del 2018, con una media di 9,4 milioni per club. Una media decisamente alzata, tuttavia, dalle big: il 63% della cifra totale, ovverosia 118,9 milioni, è riferita soltanto a Juventus, Inter, Roma e Milan.

Sono queste infatti le squadre che nello scorso anno hanno pagato maggiormente gli agenti, con i bianconeri in testa con 44,3 milioni seguiti da nerazzurri (31,8 milioni), giallorossi (23,2 milioni) e rossoneri (19,6 milioni), unici club a superare quota 10 milioni di euro. Chi ha speso meno è stato invece il Brescia, unico sotto il milione con compensi pari a 506mila euro. E non solo, perché c’è anche una quota che gli agenti ricevono direttamente dai calciatori: nel 2019 è stata pari a 13,2 milioni, in crescita dai 9,2 milioni del 2018.

Allargando l’analisi agli ultimi cinque anni (da quando cioè la Figc rende noti i dati in via ufficiale), la Serie A ha versato ai procuratori complessivamente 775 milioni di euro: si va dagli 84,4 milioni del 2015 ai 187,8 milioni dell’ultimo anno. Tuttavia, il record finora è arrivato nel 2016, quando i club avevano pagato addirittura 193,3 milioni aggregati: da lì c’è stato un nuovo calo nel 2017 (138 milioni), con una crescita della cifra pari al 36% negli ultimi tre anni.

Numeri che hanno impatti importanti anche sui fatturati dei club. Considerando infatti i ricavi al netto delle plusvalenze, negli ultimi cinque anni la Serie A ha avuto entrate per 11,2 miliardi di euro, con la spesa per i procuratori che è valsa quindi circa il 7% del totale. Percentuale che cala al 5,5% considerando invece il fatturato plusvalenze comprese, pari a circa 14 miliardi.

Compensi che sono stati consistenti per gli agenti anche nei campionati inferiori: i club di Serie B nel 2019 hanno pagato infatti 19,4 milioni di euro (13 milioni nel 2018), mentre per la Serie C i costi sono stati pari a 4,6 milioni (3,1 milioni nel 2018).