Logo Premier League (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Oggi, in una riunione dei club della Premier League, le società hanno discusso in dettaglio come rispondere alla pandemia globale di COVID-19.

Innanzitutto, è stato ribadito che la priorità principale è quella di aiutare la salute e il benessere della nazione e delle nostre comunità, inclusi giocatori, allenatori, dirigenti, personale del club e sostenitori.

Tra le altre materie di discussioni, la Lega rimane impegnata a sostenere il Servizio sanitario nazionale, il suo personale e aiutare le persone nelle comunità, non da ultimo quelle più vulnerabili.

La Lega, i club, i giocatori e i dirigenti esprimono grande apprezzamento per gli sforzi eroici del personale del NHS (il servizio sanitario nazionale, ndr) e di tutti gli altri lavoratori chiave che svolgono lavori critici in circostanze così difficili.

In consultazione con il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport, la Premier League ha stanziato immediatamente 20 milioni di sterline per sostenere il NHS, le comunità, le famiglie e i gruppi vulnerabili durante la pandemia di COVID-19.

Ciò include un contributo finanziario diretto al Servizio sanitario nazionale e fondi per consentire ai club di concentrare i propri sforzi e sviluppare programmi di sensibilizzazione significativi per aiutare le comunità, comprese le persone più bisognose.

Questo finanziamento consentirà un sostegno sia immediato che a più lungo termine durante la crisi.