Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte (Foto Samantha Zucchi Insidefoto)

Gli allenamenti collettivi delle squadre, anche professionistiche, di calcio e di altri sport, saranno vietati almeno fino al 13 aprile prossimo. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nella conferenza stampa in cui ha annunciato la proroga delle attività restrittive della mobilità almeno fino alla metà del mese in corso.

Nel nuovo dpcm che sta per essere emanato dal presidente del Consiglio si vietano dunque  gli allenamenti anche degli atleti professionisti «onde evitare che delle società sportive possano pretendere l’esecuzione di una prestazione sportiva anche nella forma di un allenamento».

«Ovviamente gli atleti non significa che non potranno più allenarsi: non lo faranno in maniera collettiva ma individuale», ha precisato Conte.

Confermate dunque le indiscrezioni circolate nel pomeriggio che riportavano stralci della bozza del dcpm. «Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Sono sospese altresì le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here