Coronavirus impatto bilancio Cagliari
Esultanza dei giocatori del Cagliari (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Anche il Cagliari si taglia lo stipendio. Lo ha annunciato il presidente del club Tommaso Giulini nel corso della trasmissione Monitor dell’emittente tv locale Videolina.

“Sono stati alcuni giocatori e tesserati – ha detto Giulini – a cercarmi per chiedere in che modo poter dare una mano e tutti hanno mostrato un grande senso di responsabilità e appartenenza rinunciando a una mensilità. Questo ci aiuta a coprire le perdite, esclusi i diritti televisivi perché speriamo di poter recuperare le partite”.

Ma economicamente la stagione sta diventando pesante: “La stima dei quattro milioni di danni per la società si avvicina alla realtà. Questa stima non include i diritti televisivi. Se si dovesse perdere anche quelli sarebbe una catastrofe, non basterebbe certo quella mensilità. Vedremo in quel caso cosa fare per aprile e maggio, con molta serenità”.

“Riprndere a giocare? La speranza è che prima di luglio e agosto si possa tornare alla normalità. Mi auguro più di tutto di rivedere lo stadio pieno con i tifosi ad esultare per i gol del Cagliari. Da una parte vorrei rigiocare domani, dall’altra penso alle tante vittime. Difficile dare un giudizio, lo lascio in mano ai tifosi e capire se vogliono terminare la stagione o pensare alla prossima stagione”.