Barcellona Napoli Sky o Mediaset
Messi nella sfida Napoli-Barcellona (Photo Antonietta Baldassarre / Insidefoto)

Competizioni ferme ma disciplinare Uefa impegnata a infliggere i provvedimenti relativi alle ultime gare disputate. In Champions due giornate di squalifica al centrocampista del Borussia Dortmund ed ex Juventus, Emre Can, espulso nel match di ritorno degli ottavi di finale in casa del Psg (parigini ai quarti, tedeschi eliminati). Per quanto riguarda le società ammende tra le altre al Napoli, sanzionata con 27mila euro di multa.

In particolare, i partenopei hanno ricevuto 12mila euro di multa per l’utilizzo dei puntatori laser e 15mila euro per la responsabilità nel ritardo nel calcio di inizio. Per lo stesso motivo, 15mila euro di multa sono stati comminati anche al Barcellona.

Per quanto riguarda invece l’Atalanta, la quale ha raggiunto un traguardo storico ottenendo il pass per i quarti di finale della Champion League, l’organo disciplinare della Uefa ha multato la squadra bergamasca per l’accensione di fumogeni. L’importo che la Dea dovrà versare è di 8,500 euro.

Sanzioni che non hanno riguardato solamente la principale competizione europea per club ma anche l’Europa League. In particolare l’Inter è stata multata per un totale di 9,500 euro. Di questi 4,500 euro per l’accensione di fumogeni da parte dei supporters nerazzurri, mentre i restanti 5,000 per alcuni atti vandalici che hanno causato danni alle strutture del Ludogorets, avversario della squadra milanese nei sedicesimi di finale di Europa League.

In Europa League, inoltre, sanzionata anche la Roma con 20mila euro di multa per il blocco dei passaggi pubblici all’interno dello stadio.