per l'acquisto di respiratori e di materiale sanitario per contrastare l'emergenza coronavirus in Serbia
Novak Djokovic (Photo by KARIM SAHIB/AFP via Getty Images)

L’emergenza Coronavirus non si smorza, ma anzi è ormai diffusa su scala sempre più ampia. Diventa così sempre più importante fare il possibile per rispettare le norme che periodicamente arrivano dagli esperti, convinti di come sia fondamentale ridurre il più possibile gli spostamenti se vogliamo provare a fermare il contagio.

Questa situazione ha però scatenato anche un’ondata di solidarietà sempre più ampia, non solo da parte dei privati ma anche da parte degli sportivi che non hanno esitato a fare una donazione personale in favore del personale medico impegnato in prima linea in questo periodo. Tra questi c’è anche Novak Djokovic, che insieme alla moglie Jelena, ha deciso di donare un milione di euro per l’acquisto di respiratori e di materiale sanitario per contrastare l’emergenza coronavirus in Serbia.

Come rivelato dal campione, il materiale sanitario verrà acquistato in Cina e in Germania. Il tennista non ha mancato di ringraziare i tantissimi medici e infermieri che, in ogni parte del mondo, si stanno sottoponendo anche a turni estenuanti pur di salvare i pazienti che arrivano in ospedale.

“Voglio esprimere gratitudine a tutti i medici che nel mondo e nella mia nativa Serbia, stanno aiutando i malati di coronavirus – sono state le parole del serbo attraverso il suo sito ufficiale -. Sfortunatamente, ogni giorno migliaia di persone si infettano. Io e mia moglie Jelena abbiamo cercato di capure come condividere le nostre risorse con le persone che al momento ne hanno bisogno. La nostra donazione è di un milione di euro per l’acquisto di respiratori e di altro materiale sanitario. La situazione è imprevedibile. Ci sono paura e panico e lo capisco, perché c’è molta sofferenza in giro per il mondo. Io e la mia famiglia vogliamo restare positivi per combattere questo virus”.