EURO 2020 cambia nome
(Photo by Fabrice COFFRINI / AFP) (Photo by FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)

UEFA EURO 2020 è stato rinviato a seguito dell’emergenza Coronavirus e si disputerà dall’11 giugno all’11 luglio 2021. Inoltre, tutte le altre competizioni UEFA, tra cui la UEFA Champions League e la UEFA Europa League 2019/20, sono sospese in attesa di ulteriori sviluppi.

Le decisioni, approvate martedì dal Comitato Esecutivo UEFA, sono state prese dopo una videoconferenza con le 55 federazioni affiliate e varie consultazioni con i club, le leghe calcio e le associazioni calciatori. A tal proposito, la UEFA ha deciso di rispondere a una serie di domande per chiarire al meglio la situazione.

Quando tornerà alla normalità il calcio europeo?

E’ troppo presto per dire quando si riprenderà a giocare. Come ha fatto fin dall’inizio della pandemia di COVID-19, la UEFA continuerà a consultarsi con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e le autorità nazionali per coordinare la risposta del calcio europeo a una crisi in continua evoluzione.

Anche se le decisioni di martedì evidenziano che la UEFA è pronta a fare scelte difficili, tutti i provvedimenti si baseranno sempre sui consigli degli esperti e metteranno al primo posto la salute di tutti gli interessati.

Perché è stata data priorità alle competizioni UEFA per club rispetto a EURO?

Si ritiene che lo spostamento di EURO 2020 sia la migliore soluzione per il calcio europeo. La UEFA si augura che questa misura agevoli il completamento di tutte le competizioni nazionali e internazionali.

Il consenso a questo approccio, raccolto dalle 55 federazioni affiliate, da FIFPro, dalle leghe calcio e dai club europei, ribadisce che la famiglia del calcio è unita nella lotta al virus COVID-19. In un periodo di sfide mai viste, il calcio dimostra le sue migliori qualità: forza, solidarietà e tolleranza.

EURO 2020 doveva disputarsi in dodici nazioni diverse per festeggiare i 60 anni della competizione. Il torneo della prossima estate manterrà lo stesso format e le stesse sedi?

La UEFA confida che tutte le sedi restino invariate, in modo che il torneo rimanga fedele al suo progetto originario: un evento di portata europea per festeggiare al meglio i 60 anni del torneo.

La UEFA ha istituito un gruppo di lavoro. Da chi è composto e che ruolo ha?

Il gruppo di lavoro comprende i rappresentanti dell’amministrazione UEFA, della European Club Association e delle leghe calcio europee. Esamina i vari modi di concludere le attuali competizioni per club, sia a livello nazionale che a livello europeo. Sarà possibile prendere decisioni definitive solo quando si saprà con maggiore chiarezza quando si ricomincerà a giocare.

Le finali delle principali competizioni UEFA per club si giocheranno nelle date e nelle città previste?

E’ troppo presto per dirlo. Se la situazione migliora, l’obiettivo è concludere tutte le competizioni per club europee e nazionali entro la fine della stagione sportiva (30 giugno 2020). Tuttavia, occorre garantire innanzitutto la salute di tutte le persone coinvolte.

Il gruppo di lavoro valuta diversi scenari. Prima di giungere a una qualsiasi conclusione, è necessario attendere l’esito delle consultazioni e l’evolversi della situazione.

Se non sarà possibile finire i campionati, come si qualificheranno le squadre per le prossime competizioni europee per club?

E’ troppo presto per rispondere a questa domanda. L’obiettivo è fare in modo che tutte le competizioni nazionali per club si concludano normalmente.

I tifosi avranno voce in capitolo nelle future decisioni? Se sì, come?

La UEFA è regolarmente in contatto con i tifosi europei attraverso le organizzazioni di rappresentanza SD Europe, Football Supporters Europe (FSE) e Centre for Access to Football in Europe (CAFE). I colloqui proseguiranno nelle prossime settimane, quando il quadro della situazione sarà più chiaro. Il Campionato Europeo deve essere un festival pensato per i tifosi: renderli protagonisti del torneo rimane una priorità assoluta.

I biglietti per EURO 2020 saranno rimborsati?

Sì, totalmente. Tuttavia, i possessori dei biglietti avranno anche la possibilità di tenere il biglietto per il 2021. La UEFA contatterà tutti i possessori dei biglietti a tempo debito. Per maggiori dettagli, visitare il portale biglietti.

Come farà la UEFA a ridurre le conseguenze economiche delle sue decisioni sui club e sulle federazioni nazionali?

La UEFA si impegnerà a ridurre al minimo le conseguenze sulle 55 federazioni affiliate, molte delle quali contano sui fondi di EURO per realizzare importanti progetti dedicati al calcio di base. Le partite già posticipate saranno riprogrammate e si compirà ogni sforzo possibile per garantire che i campionati europei vengano organizzati nel 2021 nelle condizioni inizialmente previste.

Posticipando EURO 2020, si hanno maggiori possibilità di concludere le competizioni per club europee e nazionali, riducendo così le conseguenze finanziarie.

Che cosa accadrà alle altre competizioni UEFA per club e per nazionali maschili e femminili?

Tutte le competizioni sono rinviate a data da destinarsi. La UEFA cercherà una soluzione per ogni competizione appena si riprenderà a giocare.

Quale effetto avrà il rinvio di EURO 2020 sulle altre fasi finali delle competizioni UEFA previste per il 2021?

La UEFA fisserà nuove date per le seguenti fasi finali:

  • Fase finale di UEFA Nations League
  • UEFA Women’s EURO
  • Campionato Europeo Under 21 UEFA

Quali conseguenze ha avuto il virus COVID-19 sulla sede UEFA di Nyon (Svizzera)?

In seguito alle decisioni delle autorità svizzere e nell’ambito delle misure precauzionali per tutelare la salute di tutti dipendenti UEFA, il 16 marzo è stato chiesto al personale della sede di Nyon di lavorare da casa. L’obiettivo, per quanto consentito dalle attuali circostanze, è di mantenere una sorta di “normalità operativa”.