EURO 2020 biglietti
(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

L’Uefa è pronta a chiedere 300 milioni a club e leghe per spostare gli Europei. Secondo quanto riportato da The Athletic, infatti, nella riunione di oggi la federcalcio continentale sarebbe propensa a chiedere una sorta di risarcimento per rinviare il torneo, in modo da permettere ai campionati di concludersi regolarmente.

Secondo le stime dell’Uefa, infatti, spostare il torneo costerebbe circa 300 milioni di euro alla stessa federcalcio europea. Si va verso il rinvio al 2021, anche se non è esclusa ancora l’ipotesi che si possa disputare nel 2020 ma a novembre.

Leghe e club, nonostante l’epidemia coronavirus, ritengono di poter concludere regolarmente i propri campionati, con partite da disputare tra maggio e giugno. L’inizio di Euro 2020 era previsto per il 12 giugno ed era previsto che si svolgesse in 12 diverse città ospitanti, con le semifinali e la finale a Wembley che culmineranno il 12 luglio.

Uefa 300 milioni Euro 2020, sul tavolo tutte le proposte

Una volta che la UEFA avrà spiegato il suo piano, verrà istituita una task force composta da rappresentanti della UEFA, della European Club Association (ECA) e delle Leghe europee (EL) per analizzare le proposte in modo più dettagliato e produrre un programma potenziale con urgenza.

Verranno inoltre discusse le modalità per far disputare le rimanenti partite di Champions League ed Europa League di questa stagione, oltre all’effetto a catena del ritardo di Euro 2020 sui Campionati Europei Femminili del prossimo anno, che si terrà attualmente in Inghilterra tra luglio e agosto 2021.

1 COMMENTO

  1. Sarebbe una cosa vergognosa. Farebbero bene alcuni club a pensare una superlega chiusa fuori dai burocrati Uefa.

Comments are closed.