Come funziona l'accordo Juve-Adidas
Paulo Dybala, Juventus (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Paulo Dybala non è positivo al coronavirus. Lo precisa la Juventus, smentendo “categoricamente” indiscrezioni di stampa circolate nelle ultime ore, come riportato dall’Ansa. Dopo la positività di Daniele Rugani, in osservanza alle disposizioni delle autorità sanitarie, l’attaccante argentino è in isolamento volontario come il resto della squadra.

Sono complessivamnete 121 le persone in isolamento volontario nella società bianconera, come si legge in un comunicato: “Dopo l’annuncio sulla positività al Coronavirus – Covid 19 di Rugani, si specifica che 121 persone tra giocatori, membri dello staff, dirigenti, accompagnatori e dipendenti stanno osservando un periodo di isolamento volontario domiciliare”.

Tra questi, c’è anche il presidente Andrea Agnelli, che ne ha approfittato anche per fare un annuncio in cui ha svelato come tutto il mondo Juventus sia pronto a mobilitarsi e parteciperà così a una raccolta fondi per aiutare le strutture mediche del Piemonte, che stanno affrontando una situazione di vera emergenza in questi giorni costretti a turni estenuanti, invitando tutti a dare il proprio contributo. A supportare l’iniziativa, con l’hashtag #DistantiMaUniti, ci sono il Club, i giocatori della Prima Squadra e le Juventus Women.

La prima donazione, di 300.000 euro, è stata fatta unitamente da società e giocatori, con la volontà di lanciare un messaggio forte di sensibilizzazione: #DistantiMaUniti, rispettando quindi le regole per impedire la diffusione del virus, possiamo vincere questa partita.