Pierre-Emerick Aubameyang eNicolas Otamendi in Arsenal-Manchester City (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Il Manchester City ha annunciato il rinvio della partita di campionato contro l’Arsenal in programma stasera, primo match della Premier League a essere interessato da provvedimenti per prevenire contagi di coronavirus. “La decisione è stata presa per precauzione e su consiglio dei medici, dopo che è stato rivelato che membri dello staff dell’Arsenal sono stati in contatto col proprietario dell’Olympiakos, Evangelos Marinakis, positivo al Covid-19 “, ha dichiarato la società inglese.

“La partita di Premier League di stasera tra Manchester City e Arsenal è stata rinviata come misura precauzionale a seguito dell’annuncio di martedì che Evangelos Marinakis (presidente dell’Olympiacos, ndr) ha contratto il COVID-19”, si legge in un comunicato della Premier League.

“Tredici giorni fa, l’Olympiacos ha giocato all’Arsenal allo stadio Emirates in UEFA Europa League e il sig. Marinakis, proprietario del club greco, ha incontrato diversi membri e personale della squadra dell’Arsenal”.

“A seguito di una consulenza medica, l’Arsenal FC e il Manchester City FC ritengono che sia necessario rimandare la partita in programma questa sera, mercoledì 11 marzo, per dare il tempo di valutare appieno la situazione”.

“La Premier League ha quindi concordato che la partita di stasera verrà rinviata. Comprendiamo che ciò comporterà disagi e costi per i fan che intendono partecipare alla partita, ma l’Arsenal, il Manchester City e la Premier League hanno concordato che il breve preavviso dell’infezione di Marinakis significa che non ci sono alternative se non prendere il tempo per completare una valutazione adeguata di rischio. Sono state prese tutte le misure necessarie e la Premier League al momento non ha in programma di rimandare altre partite”.

Il recupero in programma questa sera tra Manchester City e Arsenal è stato rinviato dopo che diversi tesserati dei Gunners sono stati messi in quarantena. E’ stato il City a comunicare il rinvio dell’incontro. L’esposizione al possibile contagio è avvenuta in occasione della partita di Europa League del 27 febbraio, quando l’Arsenal ha affrontato la squadra greca. Proprio ieri Marinakis, proprietario anche del Nottingham Forrest, club inglese di Championship, aveva dichiarato sul suo profilo Instagram di essere risultato positivo al coronavirus. Nonostante il rischio di contagio sembri – allo stato attuale – basso, i due club, in accordo con la Premier League, hanno preferito seguire rigorosamente le attuali linee guida del governo, che raccomandano a chiunque entri in stretto contatto con qualcuno con il virus, di autoisolarsi a casa per 14 giorni dall’ultima volta che ha avuto contatti.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here