Manchester United indagine FA proteste
Giocatori del Manchester United in campo (Foto PHC/Insidefoto)

Ricavi in calo di oltre il 10% per il Manchester United nel primo semestre della stagione 2019/20. Il club inglese ha reso noti oggi i dati economico-finanziari della prima metà dell’esercizio, chiuso il 31 dicembre 2019.

Nel dettaglio, nei primi sei mesi della stagione il Manchester United ha avuto ricavi per 303,8 milioni di sterline, in calo dell’11,6%: in particolare, calano i ricavi da diritti tv a 97,6 milioni di sterline (-33,4%) per effetto della mancata partecipazione alla Champions League, mentre stabili i ricavi da matchday a 55,2 milioni (-0,2%) e in crescita i ricavi commerciali a 151 milioni (+6,5%). L’adjusted EBITDA è risultato così positivo per 106,9 milioni (-20%), mentre il risultato netto è stato positivo per 47,5 milioni (-18%).

Ed Woodward, Vicepresidente esecutivo, ha commentato: “Stiamo spingendo per un bel finale in Premier League, Europa League e FA Cup mentre entriamo nell’ultimo terzo della stagione. Abbiamo continuato a fare progressi nella ricostruzione della nostra squadra, con molti cambiamenti in termini di giocatori che abbiamo portato e giocatori che sono arrivati in prima squadra attraverso la nostra Academy; le basi per offrire il successo a lungo termine a cui tutti stiamo lavorando sono in atto mentre implementiamo il nostro piano e la nostra visione calcistica con Solskjaer”.

Per quanto riguarda le previsioni a fine anno, il Manchester United conferma di attendersi ricavi tra 560 e 580 milioni di sterline con un adjusted EBITDA positivo tra 155 e 165 milioni: dati in calo rispetto ai 627,1 milioni di sterline di fatturato e 185 milioni di adjusted EBITDA della stagione 2018/19, a causa in larga parte della mancata partecipazione alla Champions League.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here