(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Serie A cartellini – Nuovo studio del CIES Football Observatory, che nel suo classico report settimanale ha analizzato la situazione disciplinare di 92 tra le migliori divisioni calcistiche in tutto il mondo. La classifica stilata dal CIES, in particolare, mette in ordine i diversi campionati sulla base della media di cartellini gialli e rossi estratti dai direttori di gara in ogni partita.

Le cifre vanno da una media di 2,26 cartellini in Giappone – tra ammonizioni ed espulsioni – fino ai 7 della Bolivia. In Europa, i valori agli estremi della graduatoria sono stati registrati da un lato dalla Norvegia (3,11) e dall’altro dall’Ucraina (6,19).

Lo studio rivela grandi differenze geografiche nell’aggressività delle squadre in campo. Otto dei dieci campionati con il maggior numero di cartellini appartengono dall’America Latina: Bolivia, Uruguay, Guatemala, El Salvador, Colombia, Ecuador, Perù e Argentina. All’estremità opposta, tre dei cinque campionati con il minor numero di sanzioni disciplinari si trovano in Asia: Giappone, Vietnam e Corea del Sud.

(Fonte: CIES Football Observatory)

Tra i cinque principali campionati europei, la Premier League è quello in cui vengono mediamente estratti meno cartellini (3,7 a partita). In seconda posizione si trova la Ligue 1 con 3,98, mentre la Bundesliga è terza con 4,13. La Liga spagnola si ferma a 5,51 e chiude la Serie A con 5,82 (5,51 ammonizioni e 0,31 espulsioni per ogni incontro).

Tra i club italiani, il più “cattivo” è il Bologna, con 3,71 cartellini per match tra gialli e rossi. Segue il Genoa (3,63), mentre il podio è completato dalla Roma (3,38). Il Milan è quarto in graduatoria (3,26), mentre più in basso si trovano Lazio (2,83), Inter (2,79) e Juventus (2,38). La squadra più “buona” è il Parma (2,25), subito davanti all’Atalanta con 2,29.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO