(Andrea Staccioli / Insidefoto)

Arsène Wenger è stato nominato dalla FIFA capo dello sviluppo globale del calcio e la sua prima proposta potrebbe essere una modifica della regola del fuorigioco, un cambiamento che se venisse approvato porterebbe a una svolta storica.

La nuova regola consiste in questo: per decretare fuorigioco, ci deve essere “luce” tra l’ultimo difensore e l’attaccante. In altre parole, all’attaccante basterà essere in linea con parti del corpo che legalmente possono portare al gol, escludendo dunque le mani e le braccia.

La modifica del fuorigioco, che sarebbe il più grande cambiamento nelle regole del calcio da quando è stata introdotta la regola del retropassaggio nel 1992, potrebbe essere approvata in tempo per gli Europei 2020. La FIFA porterà la proposta all’IFAB il 29 febbraio a Belfast e, se approvata, entrerà in vigore fra il primo e il 12 giugno, data di inizio del campionato europeo.

Allo stato attuale, se una qualsiasi parte del corpo con la quale si può segnare si trova oltre l’ultimo difensore ci si trova in una condizione di fuorigioco. Il Times ha rivelato che la FIFA sta valutando di modificare la regola con l’introduzione del concetto di luce fra difensore ed attaccante già dallo scorso dicembre.

Wenger ha dichiarato: “Il problema più grande che le persone hanno con il VAR è la regola del fuorigioco. C’è spazio per cambiare la regola e non permettere che una parte del naso di un giocatore sia in fuorigioco, visto che con quella parte del corpo si può segnare”.

“Al contrario, non sarà più fuorigioco se qualsiasi parte del corpo con cui si può segnare un goal sarà in linea con l’ultimo difensore, anche se altre parti del corpo dell’attaccante saranno in vantaggio – ha proseguito l’ex manager dell’Arsenal -. Questo risolverà il problema e non ci saranno più decisioni sui millimetri di vantaggio dell’attaccante rispetto alla linea difensiva”.

I club della Premier League hanno chiesto l’adattamento del sistema VAR in modo che le linee siano rese più spesse quando la tecnologia prende in considerazione le decisioni di fuorigioco per dare agli attaccanti un margine di 10 cm. Richiesta avanzata in seguito alla crescente preoccupazione per l’impatto del VAR sulle chiamate di off-side. Infatti, in un singolo fine settimana di dicembre, sono stati annullati cinque gol dopo che i giocatori sono stati giudicati leggermente in vantaggio rispetto ai difensori avversari.

Wenger vuole anche migliorare la comunicazione delle decisioni VAR ai fan all’interno degli stadi. È probabile che la Fifa presenterà le proposte il prossimo anno per rendere obbligatoria per tutti i club che utilizzano il VAR la presenza di maxi-schermi nei loro stadi per mostrare le immagini del sistema di review.

L’ex manager dell’Arsenal, inoltre, ritiene che gli ex direttori di gara debbano essere addestrati come addetti al VAR – cosa che non è accaduta in Premier League – e ha concordato con una proposta dell’ex manager inglese Fabio Capello che anche gli ex giocatori dovrebbero essere addestrati ad utilizzare il sistema.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

1 COMMENTO