Bundesliga (Photo by Martin Rose/Bongarts/Getty Images)

Continua a correre la Bundesliga a livello economico. Nella stagione 2018-19, le entrate generate dai 18 club della Bundesliga hanno superato per la prima volta i 4 miliardi di euro. Il fatturato totale di € 4,02 miliardi rappresenta un aumento del 5,4 per cento rispetto alla stagione precedente, così come il 15° anno consecutivo di entrate record. I club della Bundesliga 2 hanno anche raggiunto un massimo storico nella stagione passata in termini di entrate totali, che sono aumentate del 28,5% a € 782 milioni.

“Negli ultimi anni, abbiamo lavorato con i nostri partner per sviluppare il calcio professionistico tedesco in un settore economico di grande successo”, afferma Christian Seifert, presidente del Comitato esecutivo della DFL, aggiungendo: “La Bundesliga e la Bundesliga 2 godono in totale di una solida stabilità economica. Ulteriori prospettive di crescita future risulteranno in particolare dalle innovazioni digitali e sul fronte internazionale”.

 

Le operazioni commerciali dei club professionistici hanno anche un impatto fiscale ed economico. Complessivamente, la Bundesliga e la Bundesliga 2 hanno pagato quasi 10 miliardi di euro di tasse e imposte alle autorità fiscali e alle istituzioni di sicurezza sociale nelle ultime dieci stagioni, tra cui un nuovo record di 1,4 miliardi di euro solo nella stagione 2018-19.

Con la loro forza economica, i club stanno anche espandendo le loro strutture organizzative. Ciò significa che il calcio professionistico tedesco continua a creare posti di lavoro: 56.081 persone sono state impiegate direttamente o indirettamente in Bundesliga e Bundesliga 2, una cifra che è aumentata del 52% negli ultimi dieci anni.

Una valutazione complessiva dei principali indicatori economici delle due divisioni mostra anche che la Bundesliga e la Bundesliga 2 hanno aumentato le loro entrate totali del 136 per cento in dieci anni, raggiungendo un massimo storico di 4,8 miliardi di euro. Dei 36 club professionisti, 28 hanno chiuso la stagione 2018-19 con un utile netto. Il capitale azionario ha anche raggiunto livelli record in entrambi i campionati, per un totale di 1,8 miliardi di euro in Bundesliga e 174 milioni di euro in Bundesliga 2.

Nel dettaglio, i 18 club della Bundesliga hanno registrato ricavi per 4,019 miliardi di euro: la fetta maggiore riguarda i diritti tv (1,483 miliardi, pari al 37%), seguita dai ricavi commerciali (sponsor per 845,4 milioni di euro, pari al 21%, e merchandising per 176 milioni, pari al 4,4%), ricavi da calciomercato (675 milioni, pari al 17%), ricavi da stadio (520 milioni, pari al 13%) e altri ricavi (320 milioni pari all’8%).

I costi sono stati invece pari a 3,891 miliardi di euro, in crescita del 4,8%: la voce più consistente è quella che riguarda i costi del personale (1,4 miliardi, pari al 37% complessivo), con trasferimenti (840 milioni), altri costi (775 milioni) e costi da match operations (428 milioni) a seguire.

Il risultato aggregato torna a crescere, passando da 101,6 a 127,8 milioni di euro, con 14 club su 18 che hanno avuto un risultato netto positivo a bilancio al termine della stagione 2018/19, in crescita dai 13 club della passata stagione.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here