Al via l’iniziativa promossa da Fondazione Milan e Comune di Milano per la rigenerazione di spazi urbani in luoghi di sport, coesione e aggregazione sociale. Limonta Sport partner tecnico del progetto. Milano, 14 febbraio 2020 - Con l’obiettivo di rigenerare aree urbane o impianti sportivi già esistenti, nasce il progetto di Fondazione Milan “In gioco per il futuro”, realizzato a Milano in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e Limonta Sport, azienda italiana leader nella produzione e realizzazione di campi in erba sintetica e ibrida. La trasformazione prevede che questi spazi diventino luoghi di coesione e aggregazione, in cui lo sport possa essere il protagonista attraverso cui promuovere l’integrazione e l’inclusione sociale. Le aree di lavoro sono state individuate insieme all’Amministrazione Comunale, che ha suggerito le priorità di lavoro. Il primo di questi interventi coinvolge l’area giochi dell’Istituto Comprensivo Statale Alda Merini (già ICS Via Pareto), di via Gallarate 15. Questa mattina, infatti, è stata posata la prima pietra della realizzazione di un campo di calcio a 5 e di un campo multisport. Gli spazi, fino a oggi, sono stati poco utilizzati per lo stato delle superfici e per la presenza di attrezzature ormai divenute obsolete. All’evento, oltre ad una folta rappresentanza degli studenti della scuola, hanno voluto essere presenti Laura Galimberti, Assessora all’Istruzione ed Educazione del Comune di Milano, Angelo Lucio Rossi, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale Alda Merini, Franco Baresi, storico Capitano del Milan e Ambassador di Fondazione Milan, Rocco Giorgianni, Segretario Generale di Fondazione Milan, ed Emilio Ostinelli, Area Manager di Limonta Sport. “Il valore dello sport è altissimo. Con impegno, sacrificio e mettendosi sempre alla prova - ha dichiarato Franco Baresi - si possono raggiungere grandi obiettivi anche nella vita. La rinascita di luoghi in cui praticare sport, dunque, è una notizia positiva soprattutto se all’interno di una scuola. Sono orgoglioso che Fondazione Milan insieme all’Amministrazione Comunale abbia intrapreso questo percorso virtuoso a beneficio del territorio e della comunità”. “Vogliamo rendere gli spazi individuati più vivibili e accessibili per le comunità di riferimento. Nel caso della Scuola Pareto – ha aggiunto Rocco Giorgianni di Fondazione Milan - gli studenti dell’Istituto e i giovani del quartiere che aderiscono al progetto ‘Scuole Aperte’, potranno così usufruire di luoghi adatti a ospitare tutta l’energia sprigionata attraverso lo sport, creando anche nuovi legami di amicizia”. "Grazie alla sinergia tra pubblico e privato – dichiara l’assessora all’Educazione Laura Galimberti - riusciremo a offrire ai ragazzi e alle ragazze della scuola Alda Pagina 2 di 2 Merini e, in seguito, speriamo a molti altri, spazi attrezzati e luoghi adatti al gioco e allo sport. Oltre a contribuire allo sviluppo delle competenze, la scuola deve infatti favorire la socialità e l’attività sportiva all’aperto è fondamentale per raggiungere questo fine. È molto positivo che la costruzione di occasioni educative di questo tipo veda la collaborazione di diversi soggetti pubblici e privati della città”. “Questo momento è straordinario ed emozionante – ha commentato il Dirigente Scolastico della scuola Angelo Lucio Rossi -. È come se sentissimo la responsabilità per qualcosa che si costruisce per i ragazzi e che rimarrà nel tempo. È stato come aver posto una prima pietra per il gioco del pallone, anche in maniera metaforica: penso al pallone della vita perché lo sport alimenterà la crescita e la libertà di questi ragazzi”. “Un progetto ambizioso –spiega Emilio Ostinelli di Limonta Sport – a cui come Limonta Sport non potevamo certo dire di no. Siamo legati a Milan da ormai 16 anni, una partnership che ci vede impegnati nella realizzazione e manutenzione dei propri campi di allenamento. Fondazione Milan, con questo progetto, ci permette di mettere a disposizione della comunità milanese il nostro know-how e la nostra professionalità. Per ogni campo, in erba sintetica o in resina e pvc, utilizzeremo le migliori tecnologie oggi sul mercato per assicurare ai giovani giocatori altissime prestazioni, in totale sicurezza”. Il termine dei lavori è previsto per il prossimo mese di maggio, nella speranza di poter concludere l’anno scolastico utilizzando già i nuovi
Theo Hernandez esulta con i compagni (Photo Image Sport / Insidefoto)

Con l’obiettivo di rigenerare aree urbane o impianti sportivi già esistenti, nasce il progetto di Fondazione Milan “In gioco per il futuro”, realizzato a Milano in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e Limonta Sport, azienda italiana leader nella produzione e realizzazione di campi in erba sintetica e ibrida.

La trasformazione prevede che questi spazi diventino luoghi di coesione e
aggregazione, in cui lo sport possa essere il protagonista attraverso cui promuovere
l’integrazione e l’inclusione sociale.

Le aree di lavoro sono state individuate insieme all’Amministrazione Comunale, che ha
suggerito le priorità di lavoro. Il primo di questi interventi coinvolge l’area giochi
dell’Istituto Comprensivo Statale Alda Merini (già ICS Via Pareto), di via Gallarate 15.

Questa mattina, infatti, è stata posata la prima pietra della realizzazione di un campo di calcio a 5 e di un campo multisport. Gli spazi, fino a oggi, sono stati poco utilizzati per lo stato delle superfici e per la presenza di attrezzature ormai divenute obsolete.

All’evento, oltre ad una folta rappresentanza degli studenti della scuola, hanno voluto
essere presenti Laura Galimberti, Assessora all’Istruzione ed Educazione del Comune di
Milano, Angelo Lucio Rossi, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale
Alda Merini, Franco Baresi, storico Capitano del Milan e Ambassador di Fondazione
Milan, Rocco Giorgianni, Segretario Generale di Fondazione Milan, ed Emilio
Ostinelli, Area Manager di Limonta Sport. “Il valore dello sport è altissimo. Con impegno, sacrificio e mettendosi sempre alla prova – ha dichiarato Franco Baresi – si possono raggiungere grandi obiettivi anche nella vita. La rinascita di luoghi in cui praticare sport, dunque, è una notizia positiva soprattutto se all’interno di una scuola. Sono orgoglioso che Fondazione Milan insieme all’Amministrazione Comunale abbia intrapreso questo percorso virtuoso a beneficio del territorio e della comunità”.

“Vogliamo rendere gli spazi individuati più vivibili e accessibili per le comunità di
riferimento. Nel caso della Scuola Pareto – ha aggiunto Rocco Giorgianni di
Fondazione Milan – gli studenti dell’Istituto e i giovani del quartiere che aderiscono al
progetto ‘Scuole Aperte’, potranno così usufruire di luoghi adatti a ospitare tutta
l’energia sprigionata attraverso lo sport, creando anche nuovi legami di amicizia”.

“Grazie alla sinergia tra pubblico e privato – dichiara l’assessora all’Educazione
Laura Galimberti – riusciremo a offrire ai ragazzi e alle ragazze della scuola Alda Merini e, in seguito, speriamo a molti altri, spazi attrezzati e luoghi adatti al gioco e allo sport. Oltre a contribuire allo sviluppo delle competenze, la scuola deve infatti favorire la socialità e l’attività sportiva all’aperto è fondamentale per raggiungere questo fine. È molto positivo che la costruzione di occasioni educative di questo tipo veda la collaborazione di diversi soggetti pubblici e privati della città”.

“Questo momento è straordinario ed emozionante – ha commentato il Dirigente
Scolastico della scuola Angelo Lucio Rossi -. È come se sentissimo la responsabilità
per qualcosa che si costruisce per i ragazzi e che rimarrà nel tempo. È stato come aver
posto una prima pietra per il gioco del pallone, anche in maniera metaforica: penso al
pallone della vita perché lo sport alimenterà la crescita e la libertà di questi ragazzi”.
“Un progetto ambizioso –spiega Emilio Ostinelli di Limonta Sport – a cui come
Limonta Sport non potevamo certo dire di no. Siamo legati a Milan da ormai 16 anni,
una partnership che ci vede impegnati nella realizzazione e manutenzione dei propri
campi di allenamento. Fondazione Milan, con questo progetto, ci permette di mettere a
disposizione della comunità milanese il nostro know-how e la nostra professionalità.
Per ogni campo, in erba sintetica o in resina e pvc, utilizzeremo le migliori tecnologie
oggi sul mercato per assicurare ai giovani giocatori altissime prestazioni, in totale
sicurezza”.

Il termine dei lavori è previsto per il prossimo mese di maggio, nella speranza di poter concludere l’anno scolastico utilizzando già i nuovi spazi sportivi.

 

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here