legge stadi italia tribune coperte

’Il Barcellona compie un nuovo passo avanti nella trasformazione dell’ambiente circostante le strutture del club e verso la riqualificazione del Camp Nou. La “Comisión de Gobierno del Ayuntamiento” di Barcellona ha definitivamente approvato il progetto di ricomposizione fondiaria nell’ambito di “Espai Barça”.

Questa approvazione, insieme al via libera finale del Consiglio comunale per il progetto di urbanizzazione del 19 dicembre, sono requisiti necessari per ottenere la licenza di costruzione per il futuro Camp Nou. Inoltre, la misura porta con sé le modifiche necessarie per dare esecuzione a Espai Barça, che ora deve essere registrato al catasto.

Il Club, che attualmente detiene il 90% della proprietà del terreno necessario, ha raggiunto un accordo con le persone e le entità coinvolte nelle vicinanze per elaborare il documento con il Consiglio comunale di Barcellona.

Il complesso sarà integrato nel quartiere di Maternitat e Sant Ramon e avrà nuovi spazi privati ​​aperti al pubblico, senza chiusure, che manterranno una continuità con il resto degli spazi pubblici, delle strade e degli spazi verdi che lo circondano e che si affacciano sul Camp Nou e sull’attuale Palau Blaugrana e sui terreni in cui si trovava il Miniestadi.

Pertanto, tutto il terreno libero da edificazione privata che si affaccia su Arístides Maillol, tra l’incrocio di Les Corts e Cardenal Reig, sarà destinato a uso pubblico e sarà adeguatamente urbanizzato in modo che diventi un nuovo spazio aperto ai cittadini e con un’attività urbana sostenuta al di là degli eventi sportivi.

La previsione è che i primi lavori di urbanizzazione possano iniziare nella prima metà del 2020. Allo stesso tempo, il Club sta preparando la documentazione per essere in grado di iscriversi al registro immobiliare nel primo trimestre del 2020 e quindi essere in grado di fare partire il progetto del futuro Camp Nou prima dell’estate.

SEGUI TUTTA LA LIGA LIVE E IN ESCLUSIVA SU DAZN.ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here