dove vedere finale Champions League Tottenham-Liverpool in chiaro -
Champions League (Photo credit should read VALERY HACHE/AFP/Getty Images)

La partecipazione alle coppe europee e in particolare alla Champions League è sempre più il fattore trainante della crescita dei ricavi, da un lato grazie alla visibilità internazionale ottenuta dai club, che contribuisce a creare le condizioni per lavorare sui ricavi commerciali, dall’altro grazie ai premi pagati dalla Uefa che vanno a sostenere i ricavi da diritti tv.

Secondo i dati della Deloitte Football Money League 2020, elaborati da Calcio e Finanza, emerge con forza come l’aumento dei ricavi da broadcasting sia di fatto trainato dai maggiori premi Uefa incassati dai club presenti nella top 20 (nell’analisi è considerato anche il Milan che è 21esimo), anche in virtù del nuovo ciclo dei diritti tv di Champions ed Europa League (2018-2021).

Ricavi da diritti tv, il confronto tra 2018-2019 e 2017-2018
Ricavi da diritti tv, il confronto tra 2018-2019 e 2017-2018

Se infatti, a livello aggregato, i ricavi da diritti tv dei 21 club presi in esame sono aumentati del 17,7% tra la stagione 2017-2018 e quella 2018-2019, con una variazione assoluta di 636 milioni di euro, tale progresso è in gran parte legato all’aumento dei premi Uefa.

I ricavi da diritti tv nazionali sono infatti aumentati complessivamente di 175 milioni (+7%) mentre i ricavi da premi per le partecipazioni alle coppe europee hanno portato nelle casse dei 21 club analizzati 460 milioni in più rispetto alla stagione 2017-2018 (+48%).

Ricavi da tv, Liverpool al top nella Football Money League

A livello di singolo club il Liverpool è quello che spicca nella classifica dei ricavi da diritti tv della stagione 2018-2019 elaborata da Calcio e Finanza sulla base dei dati della Deloitte Football Money League 2020.

Nella scorsa stagione i Reds hanno ottenuto dalle tv 299 milioni di euro e precedono il Barcellona, semifinalista di Champions e vincitore della Liga con 298 milioni, i campioni d’Inghilterra del Manchester City (287 milioni) e l’altra finalista dell’ex Coppa dei Campioni, il Tottenham che ha chiuso il 2019 con 277 milioni di euro di ricavi da tv.

Tra le italiane prima è la Juventus, che grazie ai premi per il raggiungimento dei quarti di finale della Champions League è riuscita a incassare 209 milioni. Il peso dei ricavi Champions sul totale dei ricavi da tv dei bianconeri è il più elevato se paragonato ai principali top club.

Per la Juve la Champions League nella stagione 2018-2019 ha pesato per il 46% dei ricavi da tv, a fronte di una media del 34%.

Chi ha beneficiato in modo importante della partecipazione alla Champions League e in misura minore all’Europa League è stata l’Inter. Non avendo partecipato alle coppe europee nella stagione 2017-2018 i nerazzurri hanno visto incrementarsi i propri ricavi da diritti tv internazionali di 51 milioni.

In flessione invece la Roma, in virtù del mancato raggiungimento della semifinale, come nell’edizione 2017-2018, mentre il Napoli passa da 41 a 57 milioni (anche grazie al ripescaggio in Europa League e al successivo approdo ai quarti di finale).

Stabile invece il Milan, che nonostante il minor numero di partite disputate in Europa League nella stagione 2018-2019 rispetto al 2017-2018 (i rossoneri uscirono agli ottavi contro l’Arsenal), ha incassato quasi le stesse cifre (15/14 milioni).

Ricavi da tv, le prospettive per i prossimi anni

«Negli ultimi cinque anni, a livello aggregato, i ricavi da proventi televisivi dei top 20 club sono aumentati ad un tasso di crescita annuo composto dell’11%, l’aumento maggiore tra tutti i flussi d’entrata», scrivono gli esperti di Deloitte nelle note a commento della Football Money League.

«Il valore dei principali campionati in termini di diritti televisivi potrebbe aver raggiunto il suo apice», aggiungono, «ma in ogni caso la gestione degli accordi TV è fuori dal controllo di un singolo club. Per ottenere una crescita differenziata dei ricavi futuri, i club dovranno quindi concentrarsi sulla massimizzazione dei flussi di entrate su cui hanno maggiore controllo. La sfida sarà provare a crescere in un momento in cui il panorama calcistico futuro sembra più imprevedibile che mai».

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here