Manchester United v Manchester City - Carabao Cup: Semi Final
(Photo by Michael Steele/Getty Images)

Manchester City e Liverpool, grazie ai proventi legati alla partecipazione alla Champions League 2019-2020, potrebbero scavalcare per la prima volta il Manchester United nella classifica per ricavi della Premier League.

E’ questa la previsione formulata dal Deloitte Sports Business Group nei commenti alla Deloitte Football Money League 2020.

Con riferimento alla stagione 2018-2019 il Manchester United si è confermato in terza posizione nella classifica mondiale per ricavi con 811,7 milioni di dollari.

Tuttavia, a causa della mancata qualificazione alla Champions League di questa stagione, lo United prevede una contrazione del proprio fatturato a 725-750 milioni di dollari nel 2019-2020.

«Un risultato che probabilmente vedrà i Red Devils scendere al livello più basso mai raggiunto nella Money League l’anno prossimo», spiegano gli esperti di Deloitte.

«Ciò potrebbe portare lo United a perdere, per la prima volta nella storia della Money League, la sua posizione di club con il fatturato più elevato della Premier League».

I rivali nazionali dei Red Devils, ovvero Manchester City e Liverpool, hanno fatturato rispettivamente di 696,6 e 689,9 milioni di dollari nel 2018-2019.

L’obiettivo del Liverpool di ottenere nel lungo termine una posizione nella top 5 della Money League non è affatto irrealistico, soprattutto se il club, oltre alla vittoria della UEFA Champions League del 2019, dovesse centrare anche il primo posto nella Premier League ancora in corso.

Deloitte, Tottenham primo tra i club di Londra nel 2018-2019

Ottavo nella Deloitte Football Money League di quest’anno, la posizione più alta raggiunta dal club, il Tottenham Hotspur ha superato Arsenal e Chelsea ed è attualmente il primo club londinese per ricavi nella Money League, per la prima volta dal 1996-1997.

Il fatturato degli Spurs è salito a 594,5 milioni di dollari, soprattutto grazie all’aumento delle entrate commerciali e dei diritti TV, dopo una stagione in cui il club è arrivato in finale di Champions League e si è trasferito al Tottenham Hotspur Stadium.

L’Arsenal è scivolato dal nono all’11° posto in classifica, mostrando le conseguenze finanziarie della mancata qualificazione alla Champions League per la seconda stagione consecutiva.

Di conseguenza, il numero delle squadre di Premier League nella top 10 si è ridotto a cinque quest’anno, dopo il record di sei nell’anno precedente.

La Premier League continua comunque ad avere il maggior numero di club presenti nella top 20 della Money League, con otto club presenti nell’edizione di quest’anno.

LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here