Giuseppe Marotta (Insidefoto.com)
Giuseppe Marotta (Insidefoto.com)

“L’elezione è avvenuta a mio giudizio in modo abbastanza improvvisato. Noi grandi contestavamo il metodo con cui si è arrivati all’elezione, non certo la persona, perché Dal Pino rappresenta un manager importante ma ci pareva giusto poterci confrontare con lui per ascoltare il suo programma. Non abbiamo condiviso questa scelta e abbiamo espresso il nostro voto”. Così l’ad dell’Inter, Giuseppe Marotta, dopo l’elezione del presidente della Lega Serie A.

“Come sapete l’elezione è un po’ risicata, abbiamo espresso il desiderio di rinviare per avere un risultato migliore rispetto a quello che c’è stato. Ritenevamo che l’altro candidato si dovesse almeno presentare per esporre il programma. Siamo dispiaciuti da questo punto di vista, ma siamo in democrazia ed è giusto ci sia questo nome”.

“Presidenza debole? L’urna ha espresso una maggioranza ridotta, minima, ma ciò non significa che dobbiamo fare ostruzionismo, ma anzi le società devono ricompattarsi perché c’è tanto da lavorare in questi sei mesi, ci sono tante cose da fare. E deve esserci la responsabilità da parte di tutti i dirigenti dei club di essere uniti”.

“Cosa significa questa giornata per la Lega Calcio? E’ una delle tante giornate, l’elezione è stata fatta in modo improvvisato, noi grandi contestavamo il metodo con il quale si è arrivati a questa elezione e non certo Dal Pino che rappresenta un manager importante. Ma ci sembrava giusto confrontarci con lui, la sua disponibilità e non abbiamo condiviso questa scelta, per questo abbiamo espresso questo col nostro voto”, ha concluso Marotta.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here