Campagna abbonamenti Inter 2019-2020
I tifosi dell'Inter a San Siro (foto Insidefoto.com)

Il Codacons è pronto a promuovere una class action per conto di migliaia di tifosi italiani contro le società di calcio finite nel mirino dell’Antitrust. La questione riguarda l’apertura di nove procedimenti istruttori in materia di clausole vessatorie nei confronti di altrettanti club del massimo campionato italiano.

Lo scopo dei procedimenti di avvio è valutare la possibile vessatorietà di alcune clausole contenute nelle condizioni generali di contratto relative all’acquisto dell’abbonamento annuale e del biglietto per la singola partita, in particolare quelle legate a rimborsi causa chiusura dello stadio o rinvio dell’evento.

«Siamo lieti di apprendere che finalmente l’autorità ha deciso di vederci chiaro sulle clausole inserite nei contratti per abbonamenti e biglietti delle partite, che spesso nascondono condizioni a svantaggio degli utenti», ha affermato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi.

«Se saranno confermati gli illeciti contestati dall’Antitrust e quindi il diritto negato al rimborso delle partite, ci troveremmo di fronte ad un danno per milioni di euro per i tifosi, considerato il gigantesco business generato dal calcio in Italia», ha aggiunto.

«Una situazione che, se accertata – ha concluso Rienzi –, aprirebbe le porte ad una class action contro le società sportive che saranno ritenute responsabili di illeciti a danno degli utenti, class action alla quale potranno aderire migliaia di tifosi italiani».

GUARDA INTER-ATALANTA LIVE IN ESCLUSIVA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here