abete incandidabile presidenza figc
Giancarlo Abete, ex Presidente FIGC (Foto Andrea Staccioli/Insidefoto)

Il commissario ad acta della Lega Calcio, Mario Cicala, si è dimesso ieri sera dall’incarico. Cicala ha comunicato la sua decisione alla Federcalcio.

Cicala era stato nominato il 2 dicembre scorso commissario ad acta della Lega di Serie A con il mandato di portarla a individuare il nuovo presidente, dopo le dimissioni di Gaetano Miccichè. L’ex magistrato, però, è finito subito nell’occhio del ciclone a causa di un presunto conflitto d’interessi riconducibile al ruolo di supplente nel Consiglio di sorveglianza della Lazio di Claudio Lotito, di cui non aveva fatto menzione nel proprio curriculum.

Cicala si era difeso, sostenendo che non c’era alcuna incompatibilità con la nuova carica ricoperta. Oggi, però, il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, ha spiegato che sul ruolo di Cicala “”è stato sollevato un tema di incompatibilità per il ruolo ricoperto nella Lazio come membro supplente del consiglio di sorveglianza. Premesso che questo non mi è mai stato comunicato e che la Figc ha analizzato in buona fede il curriculum del professor Cicala, è venuto a mancare un presupposto di fiducia”.

Inoltre, Gravina ha annunciato che “nel Consiglio federale di domani (oggi, ndr), ci sarebbe stato un confronto per ipotizzare nuove svolte sul commissario per la Lega di A, nella speranza che in tempi rapidi a Milano riescano a centrare il loro obiettivo politico”.

Poche ore dopo le parole del capo del calcio italiano sono arrivate le dimissioni di Cicala. Tra i nomi dei possibili sostituti circolano quelli di Gerardo Mastrandrea, attuale giudice sportivo; del dg della Figc, Marco Brunelli; e dell’ex presidente federale, Giancarlo Abete.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here