(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Nuova maxi-operazione della Polizia di Stato nel mondo del tifo organizzato. Questa mattina, infatti, sono stati notificati 75 Daspo emessi dal Questore del Capoluogo piemontese (tramite la Divisione Anticrimine) nei confronti di “tutti” gli appartenenti al gruppo oltranzista dei “Torino Hooligans”.

Come riporta “La Gazzetta dello Sport”, 71 sono stati denunciati in stato di libertà per violenza privata, aggravata, travisamento, porto di strumenti atti ad offendere, accensione e lancio di artifizi pirotecnici, rissa nonché e violenza e lesioni ad incaricato di pubblico servizio

Sono state adottate circa 500 sanzioni amministrative per violazioni del regolamento d’uso dello stadio, per un ammontare complessivo di oltre 80 mila euro, e notificati provvedimenti di sospensione della licenza relativi a 3 locali pubblici abitualmente frequentati dalla frangia ultrà violenta.

A margine dell’indagine, i poliziotti della Digos di Torino hanno denunciato 32 ultras napoletani ed individuato 8 supporter interisti responsabili di condotte criminose in occasione delle gare Torino-Napoli, del 6 ottobre scorso, e Torino-Inter, del 23 novembre, nei confronti dei quali sono stati adottati provvedimenti Daspo.

«Il nostro obiettivo è quello di ricondurre le devianze nel mondo del calcio, dovute alla particolare aggressività di alcune tifoserie, al tifo corretto. Lo stadio deve tornare un luogo di festa per il pubblico, per i tifosi veri, per le famiglie e cittadini», ha commentato il Questore di Torino, Giuseppe De Matteis, a proposito dell’operazione.

«Un’operazione importante – ha aggiunto –. Questo discorso non coinvolge solo i “Torino Hooligans”, ma anche tifoserie minori che sino ad ora si erano comportate con moderazione. È un segnale per riportare alla legalità quelle persone che, in numero sempre più preoccupante, usano lo stadio come territorio di competizione e conflittualità».

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO