Michel Platini UEFA/ Insidefoto
Michel Platini (Insidefoto)

La FIFA chiederà il rimborso dei 2 milioni di franchi svizzeri versati nel 2011 sul conto di Michel Platini dall’ex presidente della federcalcio mondiale, Joseph Blatter. È questo quanto emerge da un documento consultato dall’agenzia Afp.

Il presidente della governance della FIFA, Mukul Mugdal, ha dichiarato in una lettera che la Federazione mondiale del calcio si tutelerà davanti alla giustizia svizzera per ottenere il rimborso.

Il pagamento, pari a 1,84 milioni di euro, è stato la causa della squalifica dei due dirigenti ai vertici del mondo del calcio. L’ex campione bianconero, presidente dell’UEFA fino all’ottobre 2015, ha da poco finito di scontare i 4 anni di squalifica, mentre Blatter sta ancora scontando i 6 anni di sospensione.

Platini nelle scorse settimane è tornato a parlare, riaprendo ad un suo ritorno nel mondo del calcio: “Sono rimasto vittima di un complotto, un processo mediatico violento, ma la vita non è finita. Devo avere un’ultima avventura, non posso chiudere con la parola ‘sospeso’ dalla Fifa. Non ho ragione di essere incazzato, vado in contropiede come con Trapattoni e aspetto il verdetto della Corte dei Diritti Umani. Mi sono sentito tradito? Famiglia e amici sono rimasti, ho perso solo i cortigiani”, le parole di Platini nelle scorse settimane.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO