Nuovo stadio Santiago Bernabeu

Nuovi stadi Spagna – Dopo quello sperimentato con i Mondiali del 1982, la Spagna sta vivendo un nuovo processo di riqualificazione dei suoi stadi. Lo scrive “El Mundo”, ricordano che negli ultimi sei anni i club della Liga hanno investito o impegnato circa 1,7 miliardi di euro nell’ammodernamento dei loro stadi o nella costruzione di nuovi impianti.

La motivazione di questa nuova spinta è principalmente economica e deriva dalla nuova ripartizione dei diritti televisivi, che ha portato nuove risorse nelle casse delle società. I criteri di distribuzione hanno inoltre incoraggiato i club ad espandere la capienza dei loro impianti.

Parte del denaro viene divisa tra i 20 club in base ai ricavi da biglietti e abbonamenti, quindi più posti ha uno stadio, maggiori sono le possibilità che il club si aggiudichi una fetta più grande della torta. In questi ultimi sei anni, i 20 stadi della Liga hanno visto crescere (o prevedono di aumentare) le loro capacità di circa 81.000 spettatori, il 16,2% in più.

Inoltre, la Liga ha approvato un regolamento per la trasmissione televisiva che fissa una serie di esigenze per gli stadi. A partire da nuove postazioni per le telecamere, fino ad arrivare alle migliorie da apportare agli impianti di illuminazione.

Fonte: elmundo.es

Per quanto riguarda le modalità di riqualificazione, “El Mundo” spiega che la maggior parte dei club ha optato – anche spendendo di più in alcuni casi – per rinnovare i vecchi impianti. Questo per le difficoltà nel trovare un suolo disponibile e connesso alle città grazie al trasporto pubblico, e non va tralasciato il fattore sentimentale.

In ogni caso, il processo è solo all’inizio. Oltre alle riforme già previste, ci sono club con progetti più ambiziosi in fase di studio rispetto a quelli realizzati finora, che saranno portati avanti nei prossimi anni. E, all’orizzonte, la possibilità che la Spagna ospiti la Coppa del Mondo 2030, per chiudere un cerchio, come nel 10982.