quanto deve fare l'inter per qualificarsi agli ottavi
Lucien Favre, tecnico del Borussia Dortmund, esulta davanti ad Antonio Conte, allenatore dell'Inter, dopo la vittoria (Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

Quanto deve fare l’Inter per qualificarsi agli ottavi? Dopo la sconfitta contro il Borussia Dortmund, si complica la rincorsa alla fase ad eliminazione diretta per i nerazzurri di Antonio Conte. La strada verso gli ottavi è diventata ancora più difficile, ma diverse combinazioni di risultati possono premiare ancora la squadra interista.

Quanto deve fare l’Inter per qualificarsi agli ottavi, la classifica

Attualmente, a 180′ dal termine della fase a gironi, la classifica del gruppo è la seguente:

  • Barcellona 8 punti (+2 differenza reti);
  • Borussia Dortmund 7 punti (+1 differenza reti);
  • Inter 4 punti (0 differenza reti);
  • Slavia Praga 2 punti (-3 differenza reti).

Quanto deve fare l’Inter per qualificarsi agli ottavi, quindi? Nelle ultime due giornate, in cui sfiderà Slavia Praga in trasferta e Barcellona in casa, la squadra di Conte avrà bisogno almeno di raggiungere in classifica il Borussia Dortmund. In caso di arrivo a pari punti con i soli tedeschi, infatti, i nerazzurri sono avanti per la miglior differenza reti nello scontro diretto (2-0 a San Siro e 2-3 in Germania, quindi +1 a differenza del -1 dei tedeschi).

Nel caso in cui il Borussia facesse un punto, all’Inter ne servirebbero quattro; nel caso in cui, infine, il Borussia non facesse nemmeno un punto, all’Inter ne “basterebbero” tre.

Con sei punti, inoltre, l’Inter potrà non interessarsi dei risultati delle altre avversarie, perché chiudere a 10 punti le garantirebbe la qualificazione diretta agli ottavi indipendentemente da quanto faranno Borussia Dortmund e Barcellona: tutto è ancora nelle mani, almeno in parte, degli uomini di Conte.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO