Il sì della Conferenza dei Servizi al progetto del nuovo stadio è arrivato ieri, ma sono tanti i paletti tecnici che hanno portato all’ok “condizionato”. Dal troppo cemento all’inquinamento, passando al vincolo sull’attuale San Siro fino ai costi dello stadio e anche dei futuri biglietti.

Il primo tema è urbanistico, con la volumetria del progetto che quasi raddoppia quella del PGT appena approvato dal Comune di Milano: 0,63 mq/mq contro 0,35. Vanno riconsiderate quindi le volumetrie, garantendo inoltre “la presenza di una maggior quantità di verde profondo” per “garantire la valorizzazione del quartiere dal punto di vista ecologico e della sua fruibilità”, visto che l’attuale viene considerato “verde d’arredo”.

Un secco no arriva, come già emerso, dal Municipio 7, con particolare attenzione alla demolizione del Meazza, auspicando “la ristrutturazione” dell’attuale stadio e la “realizzazione di eventuali funzioni commerciali e ricettive nell’area dell’ex Trotto”. Sul tema San Siro interviene anche la Soprintendenza: “Il secondo anello e le rampe elicoidali” si ritengono “degne di considerazione, nella prospettiva conservativa di un suo adeguamento e/o nuova trasformazione”. La demolizione quindi non deve essere considerata l’unica opzione possibile: “Si invita a valutare proposte alternative”, ma nel caso in cui i club procedessero con i piani di abbattimento la pratica passerà alla Direzione generale del ministero.

Il mantenimento del Meazza viene considerato anche dall’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) della Città Metropolitana di Milano per “tutelare la popolazione residente da impatti negativi causati dalla demolizione dello stadio”. Inoltre, l’ATS sottolinea di auspicare un utilizzo del nuovo impianto “prioritariamente ad avvenimenti di carattere sportivo”, quindi niente concerti, “al fine di prevenire criticità relative all’inquinamento acustico”.  E un ulteriore tema riguarda la “concentrazione delle attività previste dal progetto” che potrebbe “generare un flusso veicolare tale da causare particolari condizioni di congestione stradale con effetti negativi sotto il profilo della qualità dell’aria e acustica”. Un tema, quello dell’inquinamento dell’aria e acustico, che viene sottolineato anche  dalla Direzione Transizione Ambientale del Comune di Milano.

Maggiori informazioni vengono chieste per quanto riguarda la parte economica, tanto che l’Unità Valutazioni Economico-Finanziarie scrive che “non è possibile esprimere un parere compiuto sulla convenienza economica e sostenibilità finanziaria dell’ipotesi di Progetto”. Tra gli altri temi, il Comune ha chiesto inoltre una nuova stima all’Agenzia del territorio per quanto riguarda il valore patrimoniale dello stadio esistente, che nel 2006 fissava a 68,5 milioni il valore della concessione per 99 anni.

 

Dal punto di vista della mobilità e della viabilità, viene richiesta ai club uno “studio di traffico che soddisfi tutti i parametri legati alla domanda e alla modellazione in uso all’Amministrazione comunale”.

Il settore Sport del Comune invece promuove la capienza a 60mila posti: “La capienza proposta (ca. 60.000 posti) risulta, sulla base delle esperienze nel periodo 2000 – 2019 in ambito sportivo e musicale, congrua con le esigenze della cittadinanza. Deve infatti rilevarsi come la configurazione massima disponibile attualmente nel Meazza (ca. 78.000 posti) è stata utilizzata soltanto in rare occasioni”. Tuttavia, l’attenzione viene posta anche al costo dei biglietti: “In tema di accessibilità è opportuno prevedere una politica commerciale, necessariamente condivisa dai Club proponenti, che possa coniugare il moderno concetto di luxury hospitality con il più tradizionale carattere popolare dello sport e del calcio in particolare, preservando la possibilità di accedere alle manifestazioni sportive anche alle fasce meno abbienti della popolazione, nonché incentivando una fruizione famigliare dello spettacolo”.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here