(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Prestiti top 5 campionati europei – La formula del prestito è una tradizione ormai consolidata del mercato dei trasferimenti. Si tratta di una possibilità che consente ai grandi club di far fare esperienza ai propri giovani, e alle società con meno disponibilità finanziaria di avere a disposizione risorse per la stagione.

Ma come si è evoluto il sistema dei prestiti negli ultimi anni? Il CIES ha realizzato un’analisi dalla stagione 2009/2010 alla stagione 2018/2019, prendendo in considerazione i giocatori che hanno giocato in prestito per squadre appartenenti ai 5 maggiori campionati europei: Premier League, Serie A, Liga, Ligue 1 e Bundesliga.

Nel decennio studiato, il numero di giocatori in prestito all’interno dei club che prendono parte ai cinque principali campionati europei è cresciuto considerevolmente. Un aumento del 18% è stato registrato tra la prima e le ultime cinque stagioni analizzate: da 2,62 a 3,09 giocatori in prestito per club in media. Nel 2018/2019, i calciatori in prestito hanno giocato un numero record di minuti, l’11,5% del totale disponibile.

Questa evoluzione è spiegata in particolare dalla tendenza delle società più ricche a mettere sotto contratto un numero crescente di calciatori con un livello sportivo sufficiente per giocare nei principali campionati europei. Una mossa che costringe gli altri club a sottostare a un maggiore stato di dipendenza quando compongono le proprie rose, dato l’aumento della probabilità di prendere in prestito i giocatori.

L’uso della formula del prestito varia ampiamente a seconda del torneo. I club di Serie A sono di gran lunga quelli che hanno il maggior numero di giocatori in prestito: in media 4,87 per club a stagione durante il decennio studiato. Anche le squadre della Liga sono propense a ricorrere a prestiti (3,85), mentre le altre principali leghe europee lo sono molto meno.

Interessante notare come nella top 5 dei club che hanno preso in prestito più giocatori nella singola stagione, ci siano ben tre società italiane. Si tratta in tutti e tre i casi di neopromosse: Carpi (18 giocatori nel 2015/16), Benevento (14 giocatori nel 2017/18) e Frosinone (14 giocatori nel 2018/19).

Mentre i club che prendono in prestito la maggior parte dei giocatori hanno risorse limitate, tra quelli che prestano frequentemente ci sono diverse società di alto livello: Chelsea, Inter, Roma, Napoli, Manchester City, ecc. Tuttavia, in cima alla classifica c’è una squadra relativamente modesta: l’Udinese. La posizione dei friulani è legata al fatto che i proprietari del club italiano sono i proprietari del Watford (e lo sono stati per lungo tempo anche del Granada), club a cui hanno prestato diversi calciatori.

Dal punto di vista del calciatore, un’analisi più globale mostra che i prestiti costituiscono nella maggior parte dei casi un passo verso una partenza definitiva. In effetti, solo il 29,6% dei calciatori prestati a club di 5 grandi leghe tra il 2009/10 e il 2018/19 è tornato alla propria squadra al termine del periodo di prestito. Nel 27% dei casi, i giocatori sono stati nuovamente prestati, mentre nel 43,4% dei casi sono stati trasferiti definitivamente a un’altra squadra.

SEGUI LIVE E IN ESCLUSIVA 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA ORA IL TUO ABBONAMENTO A 9,99€/MESE

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here