saras trimestrale 2016
Massimo Moratti (Insidefoto)

Moratti ricorso Juventus – «Dopo tanti anni anche il rancore comincia a scendere, loro invece insistono». Risponde così, senza troppi giri di parole, l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti, a una domanda di commento sulla notizia del nuovo ricorso presentato dalla Juventus contro l’assegnazione dello Scudetto del 2006, oggetto di contestazione da parte bianconera.

«Insistono – ha detto ancora Moratti –. Ma devono trovare proprio qualcuno che non sappia assolutamente niente così gli dà ragione, altrimenti è impossibile», ha ribadito l’ex presidente dell’Inter in un’intervista a Radio anch’io sport.

Moratti si è soffermato anche su Inter-Juventus, gara vinta nella serata di ieri dai bianconeri: «Ho visto un primo tempo bellissimo, emozionante, l’Inter ha giocato molto bene, ha detto Moratti. Il secondo tempo è stato più noioso, l’Inter è calata un pochino».

Secondo Moratti l’Inter ha «le caratteristiche per poter puntare allo scudetto, ma la squadra deve avere continuità. Si spera che la Juve possa averne di meno». Alla domanda se sia iniziato un nuovo ciclo in nerazzurro, Moratti ha risposto: «Con Conte c’è questa sensazione, legata al fatto che lui è un professionista con una continuità, ha forza, carattere, un modo di stare vicino alla squadra e di farsi seguire. L’allenatore incide parecchio».

«E’ chiaro – ha concluso Moratti –, che deve avere una squadra forte, sennò non può inventarsi niente. Allenatori molto forti non ce ne sono tantissimi. Conte all’Inter è un buon colpo. E poi Barella e Sensi hanno cambiato il gioco dell’Inter, sono fortissimi. Questi presupposti fanno pensare che con qualche acquisto si possa andare lontano».

SEGUI LIVE E IN ESCLUSIVA 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA ORA IL TUO ABBONAMENTO A 9,99€/MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here