Cambiamenti in vista per la Women’s Champions League. L’attuale format, che prevede la partecipazione di 32 squadre con un percorso dai sedicesimi di finale in avanti potrebbe essere abbandonato. La formula, la stessa utilizzata anche nella competizione maschile fino al 1992, potrebbe fare spazio a una fase a gironi a 16 squadre e potrebbe presto essere introdotta dalla UEFA per la stagione 2021/22.

Inoltre, la quota di club partecipanti per Paese passerebbe da due a tre. Questa, spiega “Associated Press”, è una buona notizia – ad esempio – per il Manchester United, che lo scorso anno ha dato vita a una squadra femminile e il Real Madrid, che attualmente sta creando la propria.

«Dobbiamo portare il calcio femminile al livello successivo», ha detto Andrea Agnelli ai membri dell’European Club Association. Per quanto riguarda i club italiani, le due squadre qualificate per l’edizione attualmente in corso sono la Juventus e la Fiorentina, entrambe sconfitte nella gara d’andata da Barcellona (2-0 sui bianconeri) e Arsenal (4-0 sulle viola).

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS ENTRO IL 6/10/2019

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here