Luigi De Siervo (foto Imagoeconomica)

La Lega Serie A esprime “la massima soddisfazione per l’operazione ‘Free Football’, portata a termine dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Brescia congiuntamente al Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza di Roma, che ha portato alla chiusura di 114 siti internet che diffondevano illegalmente, sia in diretta che on demand, contenuti “pirata” incentrati perlopiù sulla trasmissione di partite di calcio”.

“Le operazioni di contrasto alla pirateria messe a segno negli ultimi mesi dalle forze dell’ordine raccolgono il nostro applauso e ringraziamento – ha commentato l’Amministratore Delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo -, è necessario che le attività di sensibilizzazione che abbiamo posto in essere e che continueremo a fare siano affiancate da questo grande lavoro di oscuramento di siti illegali svolto dalla Guardia di Finanza. Il nostro prodotto, i nostri marchi e i diritti dei tifosi vanno tutelati e protetti dalla contraffazione, che sottraendo risorse al sistema alimenta un circuito criminale a danno di migliaia di lavoratori del settore e dei tifosi perbene”.

Nel mese di settembre i Finanzieri hanno notificato a tutti gli I.S.P. (Internet Service Provider) operanti in Italia, un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Brescia, di 114 domini web monitorati sulla rete, operanti nel settore della diffusione illecita, in modalità streaming, di partite di calcio e contenuti audiovisivi a pagamento e in assenza di un accordo con il legittimo distributore.

In particolare, è stato accertato che venivano offerti contenuti “pirata” sia in modalità “streaming live” cioè in diretta, che in modalità “streaming on demand”, quindi, a richiesta degli interessati. Tutti i siti riportavano veri e propri palinsesti organizzati, di immediata e facile accessibilità per gli utenti, per facilitare la scelta del programma preferito.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA IL TUO MESE GRATIS ENTRO IL 6/10/2019

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here