Cagliari Cina
Foto: Ufficio Stampa Cagliari Calcio

Tra le protagoniste di questa sessione di calciomercato c’è certamente il Cagliari, che ha messo a segno una serie di “colpi” davvero interessanti. Ma l’ambizione del club si può notare anche dalla volontà di guardare all’estero per espandere il brand.

La società si appresta infatti a svarcare in Cina. Si tratta della prima volta di un club di Serie A a Xiapu, nella regione del Fujian, ora a tinte rossoblù.

Il Club parteciperà ad una serie di eventi e incontri che saranno al centro di una collaborazione riguardante la sfera tecnica ma anche economica e culturale. La delegazione sarà composta da Mario Passetti (Direttore Generale), Daniele Conti (Coordinatore tecnico della Primavera), Bernardo Mereu (Responsabile Cagliari Football Academy) e Claudia Balu (Business Development Manager).

Sino a martedì si susseguiranno i meeting come quelli nel museo di Xiapu e con i tecnici cinesi nelle strutture adibite all’attività sportiva. Spazio anche all’incontro con le istituzioni di Xiapu e provincia.

Lunedì, dopo la cerimonia di apertura, sarà la volta degli interventi di Passetti, Conti e Mereu, che esporranno i tratti caratteristici della realtà Cagliari Calcio per quanto riguarda i valori e le linee guida dei progetti intrapresi dentro e fuori dal campo. Il focus sarà posto sull’innovativa Cagliari Football Academy e sull’organizzazione dell’attività di base e agonistica del Club, con quei connotati che dovranno guidare il connubio tra i rossoblù e Xiapu.

Al centro del progetto di cooperazione con Sino-Italian (Fujian) International Football Club e la città di Xiapu (350.000 abitanti, county level city di Ningde, città principale con 3 milioni di abitanti) ci sarà l’attività dei tecnici del Cagliari Calcio in Cina, che potranno così lavorare a stretto contatto con i colleghi locali su un gruppo di 50 ragazzi, equamente divisi tra maschi e femmine.

L’iniziativa è di lungo periodo e nel prossimo vedrà anche l’approdo in Sardegna dei primi atleti e tecnici dalla Cina, riguarda la formazione calcistica rivolta alle scuole primarie e secondarie: sono 41 gli istituti interessati, per volere del premier Xi Jinping che ha promosso Xiapu come “città pilota” nel Football training, in virtù anche del legame con il Fujian per esserne stato governatore dal 1999 al 2001, nonché segretario del partito a Ningde nel 1988.

Oltre alla società cinese Sino Italy International Football Club Fuzhou e al CCPIT – il Consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale – al progetto è arrivato anche l’appoggio della Regione Sardegna e del Comune di Cagliari, presenti ai lavori di Xiapu con i videomessaggi dell’Assessore regionale al Turismo Gianni Chessa e del Sindaco Paolo Truzzu. Con loro anche l’AD dell’Aeroporto di Cagliari Alberto Scanu. Per il Cagliari Calcio, a sostegno dell’iniziativa, anche gli interventi del Presidente Tommaso Giulini e dei calciatori Ragnar Klavan, Radja Nainggolan, Leonardo Pavoletti, Marko Rog e Luca Ceppitelli.

A Xiapu, nell’Ottocento, i colonizzatori inglesi sbarcarono portando per la prima volta il football in Cina. Xiapu è una località turistica con paesaggi mozzafiato oggetto di numerosi concorsi fotografici:  qui ogni anno vengono destinati dal governo centrale oltre 10 milioni di yuan che aumentano in base alle cooperazioni attivate con club calcistici europei in grado di elevare la qualità della formazione e quindi del calcio locale. Tra i programmi figura anche la realizzazione di uno stadio all’avanguardia da 20 mila posti così da poter ospitare eventi calcistici importanti. Il distretto industriale di Nginde, oltre ad ospitare aziende di punta nell’automotive, è leader in tutta la Cina per la produzione di batterie al litio. CATL produce batterie per i maggiori gruppi al mondo e vanta stabilimenti anche in Germania per VW e a Detroit.

 

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here