(Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Nuovo centro sportivo Genoa – Si continua a lavorare in casa Genoa, non soltanto sul campo. Proseguono infatti i lavori per il restyling del centro sportivo “Signorini”, sotto gli occhi del direttore generale corporate Flavio Ricciardella, che monitora l’andamento delle operazioni.

I piani di febbraio prendono dunque forma. Lo scrive il “Secolo XIX”, spiegando che l’obiettivo è completare i campi in tempo per la settimana che precede il debutto in campionato, ma se possibile uno dei due terreni sarà messo a disposizione della squadra già dopo il ritiro in Emilia che terminerà l’11 agosto, in vista dell’esordio in Coppa Italia.

Nello specifico, il “Secolo XIX” spiega che le modifiche principali riguarderanno i campi (entrambi in erba naturale) che diventano due, in modo da averne sempre almeno uno in condizioni ideali. Il primo le stesse dimensioni di quello del “Ferraris” (105×68), mentre il secondo sarà leggermente più piccolo e si incastrerà con il terreno di gioco principale andando a formare una sorta di “T”

«Stiamo procedendo nei tempi previsti, senza intoppi avere due campi inoltre ci permetterà di realizzare iniziative ulteriori al Signorini, ad esempio si potrà giocare qui la finale della Values Cup oppure aprire più spesso il centro ai ragazzi delle scuole. E poi nel nostro progetto è previsto anche un intervento per il quartiere di cui siamo molto contenti», ha spiegato Ricciardella.

Per quanto riguarda i costi, alla fine l’investimento si aggirerà attorno ai 2,5 milioni di euro. Circa 500 mila euro in più rispetto a quanto preventivato, per sostenere le spese per la nuova palestra in muratura, definitiva, e per la realizzazione di un’autentica sala di regia destinata a coordinare l’innovativo sistema di telecamere che coprirà i campi.

SEGUI LA SERIE A SU SKY: CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’ SULLE OFFERTE