Steven Zhang, presidente dell'Inter (foto ufficio stampa Inter)

«Il target di un club come l’Inter deve essere anche di superare quota un miliardo». Parola di Steven Zhang, presidente dell’Inter, in una intervista al Corriere della Sera.

«Ritengo corretta la filosofia del fair play finanziario e penso che vada nella giusta direzione per l’industria dello sport e anche per i club come il nostro – ha proseguito -. Ma alla fine la squadra che vince non è sempre quella che ha i ricavi maggiori. E questa è la parte divertente di questo sport. È anche vero però che alla fine i club con i ricavi maggiori hanno più possibilità e più flessibilità per prendere le decisioni che servono per cambiare e migliorare. Una delle cose più dirette, ovviamente, riguarda la compravendita dei giocatori».

«Come colmare il gap con le big a livello di ricavi? Il gap era ancora più grande tre anni fa. Annullarlo sarà un processo lungo, ma il target di un club come l’Inter deve essere anche di superare quota un miliardo, una cosa possibile lavorando su stadio, sponsor, diritti televisivi in Italia e in Europa. Per questo siamo partiti costruendo un ottimo team di manager e con forti investimenti, cosa impensabile fino a poco tempo fa».

Sul tema stadio, Steven Zhang ha poi aggiunto: «Storicamente Milan e Inter hanno condiviso lo stadio, ed economicamente parlando è stata una grande scelta in termini di costi e di utilizzo. La cosa funziona sia finanziariamente, sia per i tifosi e sia dal punto di vista delle prospettive del marchio. Ecco perché non ci separiamo e lavoriamo insieme per il nuovo progetto. Anche in futuro, ci servono condizioni sempre migliori per lo stadio e se non ci troveremo d’accordo penseremo a nuove possibilità. Ma al momento vogliamo stare insieme».

SEGUI L’INTER SU SKY: CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’ SULLE OFFERTE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here