Massmo Ferrero (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

«Ho venduto Andersen al Lione poco fa per 24 milioni più 6 di bonus». Lo ha annunciato Massimo Ferrero a Sportitalia questa sera. «Cessione società? Oggi posso dire che non ero a Londra ma a Milano con il mio ds Osti. Sento tante cifre ma c’è differenza tra 80 e 100 milioni. Ho avuto una prima offerta di 45 milioni, bassissima, che ho rifiutato perché io lavoro 24 ore al giorno per la Sampdoria da cinque anni e la lascerei solo in mani che proseguano il mio lavoro perché è come un figlio».

«Non ho venduto. Capisco chi fa il proprio lavoro, ma si dicono troppe falsità. Vialli? Non lo conosco, lo stimo perché ha fatto la storia della Sampdoria. L’ho visto solo il mio primo anno, al Ferraris, gli abbiamo dato 30 milioni per la sua fondazione. Non sto bluffando: l’avvocato Romei ha incontrato persone che rappresentano Vialli. Io sono andato a New York, dove mi hanno offerto una cifra bassissima, 45 milioni. Il fondo York Capital vuole fare affari: la Samp è un club sano, non ha debiti».

Ferrero poi ha confermato di aver preso in gestione con il Genoa il Luigi Ferraris. «Abbiamo preso il diritto di superficie per lo stadio per 99 anni -ha detto- grazie ad un finanziamento del Credito Sportivo a meno del 3 per cento di tasso d’interesse. Credo che la Sampdoria valga 160 milioni».

Infine, chiusura dedicata al Palermo: «Voglio il Palermo. Porterò il mio progetto, ci spero. Non c’è bisogno però di vendere la Sampdoria».

SEGUI LA COPA AMERICA E LA COPPA D’AFRICA SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here