Si è riunito ieri a Roma il consiglio direttivo di Avvocaticalcio, l’associazione presieduta da Claudio Pasqualin, per discutere in merito alla posizione degli avvocati rispetto al Registro degli Agenti Sportivi CONI e FIGC.

Il Consiglio ha inteso evidenziare e ribadire come agli Avvocati, regolarmente iscritti all’Albo Professionale, sia pienamente consentito di operare nell’ambito del calciomercato senza necessità di iscriversi al Registro degli Agenti Sportivi.

Ciò in forza di una legge dello Stato (la stessa istitutiva del suddetto Registro) che, in quanto di rango superiore, non può essere messa in discussione da eventuali interpretazioni di regolamenti federali.

Sul punto la stessa Commissione CONI degli Agenti Sportivi, interpellata da Avvocaticalcio, ha di recente ribadito, ove mai occorresse, il primato della Legge dello Stato.

L’Associazione ha inoltre discusso in merito alla notizia dei soli 8 promossi sugli oltre 800 partecipanti all’esame, con il ricorso al Tar e all’Antitrust da parte degli esclusi: pur essendo concorde sulla difficoltà della prova finalizzata a garantire maggiore professionalità della categoria è certamente preoccupata per le problematiche che stanno sorgendo in merito a tanti rapporti contrattuali in corso per cui auspica un intervento degli organi competenti.

Alla riunione erano presenti, oltre a Pasqualin del Foro di Vicenza, Franco Campana (Napoli), Mauro Garau (Cagliari), Andrea Fontana (Vercelli), Vincenzo Galilei (Torino), Giacomo Luisi (Bari) e Roberto Nitto (Lecce).

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here