inter milan progetto area trotto
Lo stadio San Siro ( Foto Daniel Chesterton / PHCImages / Panoramic / Insidefoto)

«Il Comune è proprietario di San Siro, se (Milan e Inter, ndr) decidono di fare uno stadio posso solo dire due cose. Ci vorrà tempo. E poi alla fine siamo padroni dello stadio». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, interviene sul tema San Siro, dopo le parole del presidente del Milan Scaroni.

Nel dossier di Milano-Cortina «abbiamo garantito che nel 2026 San Siro sarà ancora funzionante. Questa è la fine della storia. Dopo il 2026, nel caso avremo un nuovo stadio, decideremo il futuro di S.Siro. Ma ora siamo nell’assoluta condizione di confermare che quella sarà la sede della cerimonia di apertura », ha proseguito il sindaco di Milano.

Parole che seguono quelle di Scaroni, che in mattinata aveva dichiarato:«Tutto procede, facciamo un nuovo San Siro accanto al vecchio, nella stessa area della concessione. Il vecchio verrà buttato giù e al suo posto ci saranno nuove costruzioni», ha spiegato senza fornire dettagli sui tempi necessari: «Bisogna presentare la domanda, è una procedura complicatissima».

San Siro è inserito nel dossier di Milano Cortina come sede della cerimonia di apertura. «Dovessimo fare la cerimonia nel nuovo stadio sarebbe bello», ha osservato Scaroni, che poco prima si era intrattenuto con l’assessore allo Sport del Comune di Milano, Roberta Guaineri. A chi gli domandava se Inter e Milan faranno lo stadio insieme, l’ad nerazzurro Antonello ha risposto: «Assolutamente».

Dal Comune è arrivata anche la replica dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano ed europarlamentare del Pd, Pierfrancesco Majorino. «È davvero sconcertante il modo di fare di Inter e Milan che hanno annunciato le loro intenzioni sullo stadio di San Siro ignorando totalmente il fatto che vi è una città con cui fare i conti».

 

«Al di là della scelta incredibile della data, proprio il giorno della proclamazione riguardante le Olimpiadi – ha aggiunto in una nota – che ha costretto il sindaco ad una ovvia e necessaria puntualizzazione, mi pare sinceramente incredibile vedere come ci siano interessi privati che non intendano nemmeno per un attimo confrontarsi con le necessità di tutti. E con il fatto che la città non è uno zerbino di alcuni grandi gruppi», ha concluso Majorio.

SEGUI LA COPA AMERICA E LA COPPA D’AFRICA SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

1 COMMENTO

  1. Intanto speriamo di vincere le Olimpiadi.
    Dopodichè, una volta finito il nuovo impianto meglio togliere di mezzo subito il vecchio…
    A meno che vogliono far andare le 2 squadre a giocare in un altro comune limitrofo e perdere un bel pò di soldini…

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here