Javier Tebas (Foto La Liga)

Il futuro delle competizioni europee continua a scuotere il mondo del calcio. Dalla Spagna, Javier Tebas ha ribadito la propria posizione contraria alla nuova Champions League ideata da UEFA ed ECA per il 2024. «Il modello di UEFA ed ECA ucciderà la Liga in poco tempo», ha detto Tebas durante un dibattito sul futuro del calcio europeo organizzato da “La Vanguardia” a Barcellona.

Il presidente della Liga ha anche avvertito che questo nuovo progetto non solo sarebbe molto dannoso per il futuro della Prima Divisione spagnola, ma anche per un’industria che genera migliaia di posti di lavoro e rappresenta l’1,85% del PIL spagnolo.

La sua posizione è stata sostenuta dal direttore generale del Valencia, Mateo Alemany, il quale ha avvertito che «questo formato non solo porrà fine alla competizione interna, ma finirà per fallire perché perderà di interesse e di valore». Anche Roger Guasch, CEO dell’Espanyol, ha accusato Barcellona e Real Madrid di «guardare prima al bene individuale e non a quello collettivo».

Il direttore degli sport professionistici del Barcellona, Albert Soler, ha detto di voler far sì che «tutte le parti si siedano a parlare per avere una forte lega nazionale e una forte competizione europea, che soddisfi fan, partner e proprietari». Tuttavia, il presidente della Liga vede incompatibile una soluzione in cui entrambe le parti traggono vantaggio e accusa Barcellona e Real Madrid di “slealtà” per aver negoziato la riforma delle competizioni europee alle spalle degli altri club.

Tebas ha sostenuto l’importanza della Liga Santander e ha ricordato che l’incontro più seguito in Cina è stato Espanyol-Villarreal nel mese di febbraio, sottolineando inoltre che se si vuole rafforzare la concorrenza è necessario migliorare la redistribuzione della ricchezza tra i club più grandi e più modesti, dal momento che il problema «è di distribuzione, non di formato».

SEGUI LA COPA AMERICA 2019 SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

2 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here