Sky cam digitale terrestre
Sky Sport (foto: ufficio stampa Sky Italia)

Ricavi televisioni 2018 – Il business della televisione produce ancora utili. Nel 2018, i grandi gruppi televisivi hanno fatto registrare ricavi in crescita o in calo, sebbene di pochi punti percentuali, ma tutti hanno chiuso con utili, eccezion fatta per la Rai e La7, che hanno ottenuto un risultato di pareggio.

Come riporta “Italia Oggi”, nella classifica dei fatturati, Sky ha staccato piuttosto nettamente la concorrenza con i suoi circa 3 miliardi di euro incassati nel 2018 (+3,8% sul 2017) per 99,59 milioni di utili. Un divario che si potrebbe ampliare nel 2019, quando sui conti si faranno sentire gli effetti dei nuovi abbonati conquistati sul digitale terrestre e pure la crescita della raccolta pubblicitaria.

A oltre 400 milioni di euro di distanza c’è la Rai, in calo dell’1,7% sul 2017 con i suoi 2,578 miliardi di euro (bilancio in pareggio). Con una quota di canone che dovrebbe diminuire nel 2019, così come i ricavi da pubblicità, si può dunque prevedere un solco sempre più ampio con Sky. Lo stesso discorso vale per Mediaset 8368 milioni di utili), che in Italia ha chiuso il 2018 a quota 2,421 miliardi di euro (-5,2% sul 2017), e che sta perdendo circa il 5% anche nel 2019.

I tre colossi valgono il 92% del mercato televisivo, ma guardando agli altri troviamo comunque gruppi solidi, come ad esempio Discovery Italia. In base a stime di “Italia Oggi”, il sui 2018 dovrebbe chiudersi con ricavi consolidati attorno ai 250 milioni di euro, in leggera crescita sui 244 mln del 2017.

Discovery, leader dei poli televisivi più piccoli, tiene a quasi 100 milioni di stanza il gruppo Fox Italia, che ha chiuso l’esercizio 2018 a quota 168 milioni di euro, in discesa del 2%, ma con utili pari a circa 13 milioni. Probabile che nel 2019 i conti di Fox, a livello di fatturato, siano in peggioramento.

Inoltre, non molto lontano, si trova La7. Il network di Cairo Communication – che chiude in pareggio – ha raccolto 149,2 milioni di euro nel 2018 (+8,2% sul 2017) e prosegue bene pure nel 2019: +5,1% nei primi quattro mesi dell’anno. Infine, il gruppo Viacom Italia (56,8 milioni di utili), che nel 2018 ha avuto la performance migliore di tutti con un +18,4% e un fatturato complessivo pari a 80,4 milioni destinato a salire nel 2019.

SEGUI LA COPA AMERICA 2019 SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

1 COMMENTO

  1. Finché non si metterà mano allo scandalo della rai tv il mercato sarà falsato. Nel 2019 venire privati di 100 euro l’anno per finanziare una moltitudine di reti che non guarderò mai è una vergogna. È una imposta bella e buona e non un canone di abbonamento tanto per chiarire. Dubito purtroppo ormai che questo governo la privatizzera’ prima o poi.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here