Gabriel Omar Batistuta (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

«Lavoreremo per la Fiorentina anche a New York: io ci metto tutto, non solo i soldi, anche il cuore». Dopo sei giorni a Firenze il neo proprietario del club viola Rocco Commisso è ripartito ieri per gli Stati Uniti. Molte le questioni ancora da definire, a iniziare dalla composizione del nuovo staff dirigenziale.

Una dirigenza per cui stanno sempre più salendo le quotazioni di Luca Scolari per il ruolo di amministratore delegato e di Daniele Pradè per quello di direttore sportivo, dopo il divorzio di ieri da Pantaleo Corvino, direttore generale dell’area tecnica.

 

Tra i nomi per la dirigenza, con un ruolo non ancora definito, è spuntato anche quello di Gabriel Omar Batistuta. Come riporta la Gazzetta dello Sport, ci sarebbe già stata una telefonata da parte del club viola, con la mediazione anche di Antognoni: resta da capire se il ritorno dell’argentino possa essere in una veste di rappresentanza o operativa.

Sul tema allenatore, Commisso ha invece spiegato: «Un incontro con Montella a New York? Può darsi ma anche no. Pradè? Può essere lo sia e può essere non lo sia, non confermo nulla. Fiorentina in ritardo sul mercarto? Non penso, col cambio di proprietà ci vuole tempo. Abbiamo chiesto due settimane per organizzare e credo ce la faremo», ha concluso Commisso.

SEGUI LA COPA AMERICA SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here